menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco chiede l'esercito per fermare lo spaccio di droga alla Rotonda

La lettera inviata da Marotta al prefetto sollecitato da due commissioni

Una vigilanza più intensa e attenta degli emicicli est ed ovest della villa comunale di largo Rotonda San Nicola la Strada. E’ ciò che ha richiesto il sindaco Vito Marotta scrivendo al Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto

Il primo cittadino ha scritto dopo aver accolto la richiesta congiunta pervenute da due commissioni consiliari: precisamente dalla terza (Pubblica Istruzione, Attività culturali, sportive e tempo libero, problemi sociali e del lavoro presieduta dalla professoressa Teresa Cicala e dalla quarta (Igiene e Sanità, Ecologia, Nettezza urbana, Annona) presieduta da Carmela Ferrante.

“Una vigilanza più dinamica delle aree in questione potrebbe essere un deterrente sia per chi delinque sia perché si reca sul posto per approvvigionarsi delle dosi di stupefacenti” scrive il primo cittadino sannicolese al massimo rappresentante del Governo, al quale chiede l’impiego di altre forze dell’ordine  – tenendo in debito conto le carenze di personale e dell’impegno profuso per la vigilanza di contrasto al Covid-19 – proponendo la possibilità di poter impegnare i militari nelle aree in questione mediante il progetto “Strade Sicure” il cui piano d’impiego è stato ulteriormente prorogato dal D.M. del 27 gennaio scorso.

“La loro presenza rappresenterebbe per la cittadinanza, oltre che un valido deterrente alle azioni criminose, una percezione di sicurezza”, dichiarano le Presidenti Ferrante e Cicala, sottolineando i benefici che ne deriverebbero dalla maggiore presenza di Forze dell’Ordine nella piazza borbonica del viale Carlo III.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento