rotate-mobile
Attualità Riardo

Comune-Ferrarelle, prove di distensione dopo la diffida

L'amministrazione: "Disponibilità al confronto confermata nonostante le innegabili difficoltà nei rapporti esistenti"

Ferrarelle porta il Comune di Riardo davanti al Tar. La società ha infatti impugnato l’atto di diffida ricevuto dal Municipio alla fine dello scorso dicembre; l’Ente, in una nota, invitava l’azienda ad assumere specifici impegni per lo sviluppo del territorio e per l’occupazione dei riardesi riportati in un protocollo d’intesa siglato nell’ottobre del 2000 fra il Comune e l’allora Società Italaquae Spa. Secondo l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Armando Fusco, però, questi impegni non sarebbero stati rispettati, da qui la diffida. Nel ricorso presentato la società Ferrarelle afferma, come fatto sapere dal Municipio, di non riconoscere alcun valore al protocollo d’intesa, in quanto mai accettato, né tantomeno sottoscritto.

“Però, in maniera del tutto illogica, il 1 febbraio 2023 la Società privata ha invitato il Sindaco a dare attuazione ad uno dei punti indicati nel protocollo d'intesa impugnato. Ovviamente, un punto del documento ritenuto di interesse della Società, per cui è lecito domandarsi, ma per Ferrarelle il protocollo vale solo per i punti di interesse della Società? Questa amministrazione ritiene, nell’interesse del paese, che il protocollo sottoscritto vale per tutti gli impegni che esso contiene”.

La Camera di Consiglio per deliberare sul ricorso presentato dalla Società Ferrarelle si è tenuta lo scorso 8 marzo e, in tale sede, Ferrarelle ha rinunciato, come comunicato dal Municipio, alla richiesta di sospensiva, per cui, con ogni probabilità, l’udienza di merito sarà fissata nel 2024.

“L'Ente locale e Ferrarelle, nel rispetto dei ruoli e delle attribuzioni, ed in assoluta piena reciproca autonomia, dovrebbero operare in sinergia per garantire sviluppo al territorio. Il protocollo d'intesa, per l'amministrazione comunale, rappresenta un importante punto di partenza, per cui ancora una volta si conferma la massima disponibilità per un sereno e proficuo confronto nel merito delle questioni. La disponibilità al confronto – concludono dal Municipio - viene confermata nonostante vi siano, allo stato, innegabili difficoltà nei rapporti esistenti e vi sia oggettivo rammarico e disappunto per i tanti ricorsi che Ferrarelle promuove avverso gli atti del Comune e che prima iscrive a ruolo e poi rinuncia la giudizio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune-Ferrarelle, prove di distensione dopo la diffida

CasertaNews è in caricamento