rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità Sant'Arpino

Evasione da record: manca un milione di euro nelle casse del Comune

Quasi la metà dei cittadini non ha pagato la tassa per i rifiuti

Evasione record a Sant’Arpino: arriva la denuncia del sindaco Giuseppe Dell’Aversana. Nell’anno solare 2017 infatti il Comune aveva previsto in bilancio una somma Tari (la tassa sui rifiuti) da incassare pari a 2.087.123 euro, per coprire il costo della raccolta dei rifiuti ed il trasporto in discarica. “Abbiamo fatto il nostro dovere di amministratori ed abbiamo effettuato la raccolta differenziata tutti i giorni, ed abbiamo emesso ben cinque rate con cui pagare la tassa rifiuti (Aprile, Giugno, Agosto, Ottobre e Dicembre) nel 2017. Ebbene sapete quanto abbiamo incassato? Soltanto 1.079.234 euro. Mancano all’incasso oltre un milione di euro”, afferma il primo cittadino.

In sostanza è stato incassato solamente il 52% del dovuto. “Se ci fosse stata la Iap si sarebbe trattenuta su questa somma anche il suo aggio e nelle casse comunali sarebbe entrato ancora di meno – continua Dell’Aversana -. Queste mancate entrate si sono verificate negli ultimi sei anni e si verificano ancora su tutti i tributi comunali con danni incalcolabili alle casse comunali. Non chiedeteci di pulire il paese, non potete chiederci di raccogliere i rifiuti, di asfaltare le strade, sistemare la rete idrica, di comprare i banchi nelle scuole, se poi in cassa raccogliamo il 50% di quello che prevediamo. Non si può andare avanti così. Con la cassa vuota è impossibile amministrare. Siamo senza soldi e pieni di debiti da pagare. Non riusciamo a pagare, ditte, fornitori, professionisti che aspettano da mesi. Un milione di euro in meno nelle casse è insostenibile. Nessuno è in grado di amministrare in queste condizioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione da record: manca un milione di euro nelle casse del Comune

CasertaNews è in caricamento