Attualità Sant'Arpino

Comunali 2021. La maggioranza al sindaco: "Sciolga la riserva e si ricandidi"

Il gruppo dei consiglieri che sostengono Dell'Aversana lo hanno invitato ad ufficializzare la sua scelta

Giuseppe Dell'Aversana, sindaco di Sant'Arpino, già aveva annunciato la sua volontà di ricandidarsi. Manca ancora l'ufficialità e a servirgliela su un piatto d'argento è proprio il suo gruppo di maggioranza che gli hanno espresso "sostegno umano e politico" visto che dopo 4 anni e mezzo di lavoro al Municipio di Sant'Arpino "è riuscito con mille sacrifici a governare in condizioni impossibili un comune dissestato per colpe non sue".

Nei giorni scorsi i consiglieri di opposizione hanno criticato l'operato di Dell'Aversana, attaccando (in alcuni casi) anche la persona e quindi ecco la risposta del gruppo di maggioranza: "Il sindaco è uomo politico che ha sempre dimostrato, trasparenza e competenza. Ha sempre lavorato per la tutela degli interessi pubblici. Vogliamo ricordare ai tre ex consiglieri di maggioranza (Belardo, Coppola e Iovinella) che loro hanno condiviso la scelta di indivduare a suo tempo la dottoressa Iovine Margherita alla guida del settore finanziario, oltre a condividere e votare in Consiglio Comunale la decisione di affidare all'Acquedotti SCPA la gestione del servizio idrico comunale. Rinnegare i propri atti amministrativi vuol dire avere una credibilità politica pari a zero. Cari consiglieri comunali, Boerio, Di Santo, Coppola, Belardo e Iovinella avete deciso, nell'ultimo consiglio comunale, di non votare in modo favorevole a variazioni di bilancio che prevedevano l'assistenza socio-sanitaria ai malati covid, l'elargizione dei buoni spesa, dei buoni libri ed altre misure a sostegno dei più bisognosi. Vi abbiamo quindi contestato di non aver dato il vostro voto favorevole alle delibere di variazioni di bilancio che davano seguito agli stanziamenti previsti dal governo, necessarie a dare aiuto ai bisognosi e vi abbiamo fatto notare che avete invece votato a favore della realizzazione di una cabina Enel in una lottizzazione. Abbiamo forse detto il falso? La video diretta del consiglio comunale lo dimostra in modo inequivocabile, cosí come il verbale e le delibere della seduta di Consiglio. Non vi vergognate poi di tirare in ballo nel vostro comunicato le vittime ed i contagiati dal covid?".

"Il Sindaco in questa pandemia ha dimostrato umanità e capacità amministrativa, sapendo guidare il paese anche nel corso di questo dramma piombatoci addosso, ed il popolo ha apprezzato. Mentre, da parte vostra, non abbiamo riscontrato in questi mesi di emergenza sanitaria un minimo contributo costruttivo nella gestione della pandemia, ma solo disfattismo e strumentalizzazioni fuori luogo. Il Puc sapete benissimo che è stato votato nel rispetto di tutte le norme ed in merito, le querele per diffamazione depositate, faranno il loro corso e diranno chi aveva ragione. Alle vostre richieste di delucidazione su tempi e modi della distribuzione dei "buoni spesa covid" della prima ondata vi hanno risposto gli uffici competenti. Non sapete neppure distinguere fra le competenze della politica e quella degli uffici? E poi, sui lavori pubblici, non sapete che i fondi sono vincolati ad opere ben definite e non possono essere spesi per altro? Studiate prima di scrivere sciocchezze! Evitate le brutte figure". 

"Su Co.D.I. e Biblioteca Comunale, il cui patrimonio librario sarà potenziato grazie al nostro impegno costante nella ricerca di fondi, vi sfidiamo ad un confronto pubblico con carte alle mano. Diteci dove, come e quando volete confrontarvi. Il dissesto finanziario, sapete benissimo, soprattutto quelli che stavano in maggioranza con noi, che lo abbiamo trovato al comune e non lo abbiamo creato. La dichiarazione di dissesto era un atto obbligato, lo sapevano bene anche le pietre! Noi assessori e consiglieri di questa maggioranza (ne siamo 10, a quanto pare siete voi che non avete ancora imparato a contare) chiediamo al Sindaco Giuseppe Dell'Aversana di sciogliere le sue riserve e di mettersi nuovamente a disposizione per il bene della collettività candidandosi per proseguire la guida del nostro paese, poiché il popolo di Sant'Arpino vuole un sindaco con competenza, coerenza, passione ed onestà e che abbia alle spalle una storia politica limpida. I cittadini santarpinesi non possono finire in balia di politici avventurieri ed incompetenti. Noi saremo con Giuseppe Dell'Aversana, perché staremo sempre dalla parte della correttezza e dell’onestà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali 2021. La maggioranza al sindaco: "Sciolga la riserva e si ricandidi"

CasertaNews è in caricamento