Attualità Santa Maria Capua Vetere

Consigliere comunale esce allo scoperto: "Mi ricandido per il Mirra bis"

L'annuncio di Francesco Rosario Di Nardo in vista delle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021

Francesco Rosario Di Nardo esce allo scoperto e annuncia la sua ricandidatura al consiglio comunale di Santa Maria Capua Vetere per le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021, a sostegno del sindaco Antonio Mirra. "Se penso ai primi passi mossi in politica, a quando ero giovanissimo, mi sovviene in mente quel grande entusiasmo che mi spinge ancora oggi a vivere questa nuova importante sfida - afferma - Parto da un presupposto fondamentale: porto gelosamente con me un grande bagaglio di esperienze raccolte in questi oltre cinque anni di amministrazione. Con impegno, passione e abnegazione profonde, ho provato a racchiudere competenza e conoscenza della materia pubblica. Una palestra quotidiana che non mi ha risparmiato nemmeno un giorno; sempre presente, per essere all’altezza del ruolo conferitomi dalla cittadinanza nel 2016".

"Santa Maria Capua Vetere ha bisogno di una classe dirigente non improvvisata, ma con percorsi ben precisi che garantiscano diritti e servizi a favore dell'intera collettività - aggiunge Di Nardo - Sono uno di quelli che, per la società di oggi, viene considerato ancora giovane. Tuttavia i giovani devono pur esserci in politica, perché hanno il compito di interagire con chi ha più esperienza, così da focalizzare l'attenzione su altre esigenze ed altri punti di vista, utili a migliorare la vivibilità della città, qualsiasi sia la generazione. È giusto, però, sottolineare che il mio percorso, e di tutti coloro che mi sono accanto dall’inizio e ancora oggi, viene da lontano. Ho fatto sindacato studentesco alle scuole superiori, militanza politica, associazionismo, sport, aggregazione sana finalizzata sempre ad obiettivi comuni. Sono consigliere comunale uscente nella consiliatura in corso".

"La mia generazione è finalmente in campo per candidarsi a governare i processi, non più a subirli o a fare da cornice. Siamo pronti a prenderci le nostre responsabilità, siamo ormai formati per metterci alla prova, al fine di servire ed occuparci della cosa più bella e nobile che ci sia: il bene comune. Il bene di Santa Maria Capua Vetere. Una città che per me è stata scelta di vita. Lo è stata per me, lo è stata per i giovani che hanno deciso di restare e lo deve essere per tutti quelli che hanno l’ambizione di rendere la nostra città realmente luogo di sviluppo e opportunità, e farla tornare fiore all’occhiello di Terra di Lavoro. La politica, se condivisa, è la cosa più bella ed entusiasmante che ci sia, per questo sono in campo. Crediamoci, ancora", conclude.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consigliere comunale esce allo scoperto: "Mi ricandido per il Mirra bis"

CasertaNews è in caricamento