Elezioni 2020. Centrodestra spaccato, Magliocca attacca la Lega: “Tatticismi che ci portavano fuori dalle Comunali”

Il coordinatore di Forza Italia: “Tartaglione scelto per dare una svolta, rischiavamo di fare la stessa fine di 4 anni fa”

Gianpiero Zinzi e Giorgio Magliocca

Nel giorno in cui si sancisce ufficialmente la rottura del centrodestra a Marcianise con la presentazione di Anna Arecchia quale candidata sindaco di una coalizione composta da Lega e 3 liste civiche, Giorgio Magliocca sferra l’attacco nei confronti dei vertici leghisti, puntando il dito contro Gianpiero Zinzi e Salvatore Mastroianni.

"A San Nicola la Strada c'è un candidato di Forza Italia, a Trentola Ducenta uno della Lega ed a San Cipriano uno di Fratelli d’Italia. Su Marcianise Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno scelto Antonio Tartaglione per dare una svolta al tatticismo che avrebbe portato allo stesso risultato di 4 anni fa quando il centrodestra non si è presentato alla competizione. Ora - aggiunge Magliocca - fuori tempo massimo, la Lega presenta un suo candidato diverso da quello scelto da 2 forze della coalizione. Lascio a tutti le valutazioni per individuare chi è stato il responsabile della rottura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento