Sabato, 23 Ottobre 2021
Attualità

Scelti i 370 scrutatori che lavoreranno per le elezioni a Caserta. Bufera sul mancato sorteggio

Pio Del Gaudio attacca: "Avevo chiesto anche al prefetto di effettuare il sorteggio..."

Sono stati scelti i 370 scrutatori che lavoreranno il prossimo 3 e 4 ottobre nei seggi del Comune di Caserta per le elezioni amministrative. Il mancato sorteggio dei nomi ha scatenato, come era facile attendersi, nuove polemiche. “Pur essendo una possibilità che la legge offre a chi amministra, la politica avrebbe dato una bella prova di credibilità procedendo al sorteggio in questo particolare momento storico in cui le fasce di disagio crescono sempre di più dopo la pandemia” ha affermato il candidato sindaco Pio Del Gaudio. “Avevo chiesto l’intervento della prefettura per evitare che la politica politicante e autoreferenziale prevalesse su quella che vede nello spirito di servizio la sua ragion d’essere. Il calore che abbiamo ricevuto ieri io, Enzo Bove e tutti i candidati mi porta a dire che questa è l’ultima volta che assistiamo a pratiche del genere. Lo spirito di autoconservazione della politica sia di sinistra che di destra, del resto, ha permesso che nascesse la splendida anomalia che è il polo civico di Città Futura. Donne, uomini, disinteressati che stanchi di vedere mortificata la nostra meravigliosa Caserta decidono di scendere in campo per dare il loro contributo e fare la loro parte. L’entusiasmo che sono riusciti a produrre è stato travolgente, ieri la città ne ha avuto una prima prova, e, per questo, a loro, va il mio grazie per quello che stanno facendo. Non è un caso del resto che siamo uno dei pochissimi casi in cui le coalizioni civiche aggregano più candidati di quelle di partito”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scelti i 370 scrutatori che lavoreranno per le elezioni a Caserta. Bufera sul mancato sorteggio

CasertaNews è in caricamento