Elezioni 2020. Il gruppo di Ferrante: "Lotteremo contro raccomandazioni e illegalità"

'uniti per Cesa' ha le idee chiare: "Siamo chiamati ad essere vicini alla nostra gente, a lasciarci toccare dai tanti problemi che piegano le persone"

Il candidato sindaco Ernesto Ferrante e il logo della lista 'Uniti per Cesa'

“Alla nostra piccola comunità serve il coraggio del servizio, l'impegno per il bene comune”. Ad esprimersi, in una nota stampa ufficiale, è il gruppo “Uniti per Cesa”, che si appresta ad affrontare le elezioni comunali capeggiato dal candidato sindaco Ernesto Ferrante. “Ogni cittadina e cittadino, ogni autorità data e ricevuta, che sia civile o religiosa, a cominciare da chi oggi si candida per essere eletto come sindaco o consigliere comunale, deve fornire alla comunità un servizio autentico e di profondo volontariato, lontano dall’esercizio del potere delle segrete stanze - si legge nella nota - L’azione per il bene comune è fondamentale e ci ricorda che siamo chiamati ad essere vicini alla nostra gente, a lasciarci toccare dai tanti problemi che piegano le persone. Siamo chiamati a vigilare e a difendere la nostra comunità dai vari e possibili speculatori elettorali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un modus operandi che nasce da una profonda certezza ancorata nella legalità: “Siamo pronti a impegnarci e lottare per debellare quel servilismo culturale e quella falsa ricerca del facile posto di lavoro, a mezzo di raccomandazioni, che è il vero bubbone maligno delle nostre politiche. Non alimenta l'illegalità solo quando si ricava profitto dalla merce, ma anche quando si ricava potere dalle illusorie e fanatiche promesse. Dobbiamo tenerci lontano da sottili e invitanti logiche di potere, di spartizioni, anche della tunica degli ultimi. Facciamo nostre - concludono - le parole di Don Milani, il quale affermava che è necessario fare strada ai poveri senza farsi strada”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • “Scuole riaperte da mercoledì”, ma De Luca spegne l’entusiasmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento