rotate-mobile
Attualità Casapesenna

I dolci di Natale si fanno nel bene confiscato con 'ArtEspressa'

In vista delle festività natalizie l'offerta dolciaria della Cooperativa Sociale Maeditactio a Casapesenna

Struffoli, rococò, mostaccioli, cassatine, pasta di mandorle, biscotti pan di zenzero, pizze di crema ma anche pizze di scarola, pizze rustiche e succulenti casatielli; dolce e salato che raccontano il territorio. I forni di ArtEspressa sono già pronti. Ce n’è per tutti i gusti e per ogni palato per queste festività natalizie. I dolci e i rustici della tradizione sono indispensabili per creare quell'atmosfera magica delle feste natalizie.

Sono queste le tante squisitezze natalizie sfornate dal laboratorio della Cooperativa Sociale Maeditactio, a Casapesenna, che è possibile ordinare a seconda dei propri gusti. Una bella idea regalo o un momento di convivialità durante le feste di Natale: i dolci e le varie pizze imbottite preparate in occasione della festa più bella dell’anno sono una meraviglia da vedere e soprattutto da mangiare.

Maeditactio Soc. Coop. Soc. E.T.S., con sede legale a San Cipriano d’Aversa, ha sede operativa a Casapesenna, proprio in un bene confiscato alla camorra e destinato a Centro di Aggregazione Giovanile per l'Arte e la Cultura, ricevuto in affido nel 2017 e riqualificato in un Centro Servizi Intergenerazionale nel 2021.

Grazie ai suoi tanti servizi contribuisce alla crescita dell'economia sociale del territorio anche attraverso la gestione del Caffè Letterario ArtEspressa e del suo laboratorio artigianale di pasticceria, da cui nascono anche le prelibatezze per il Natale 2023. Si tratta di un laboratorio che si ispira ai principi della sana alimentazione, della sostenibilità e della solidarietà con un angolo lettura.

All’interno del Caffè letterario, inoltre, è possibile acquistare confezioni di cioccolato, panettoni, spumante, vino e confetture prodotti dalle rete di economia sociale di cui fa parte ArtEspressa insieme ad altri enti partner che promuovono l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e il riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata in provincia di Caserta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I dolci di Natale si fanno nel bene confiscato con 'ArtEspressa'

CasertaNews è in caricamento