Sindaco a casa per l'ampliamento dello stabilimento Progest

Il parere favorevole durante la conferenza dei servizi alla base delle dimissioni di 9 consiglieri

Il sindaco Santagata

Vincenzo Santagata da lunedì non sarà più il sindaco di Gricignano di Aversa. Nove consiglieri comunali (4 di maggioranza e 5 di opposizione) hanno infatti già firmato davanti ad un notaio l'atto di dimissioni e lunedì sarà protocollato in Municipio sancendo la fine della breve amministrazione Santagata.

La 'spaccatura' tra il gruppo del primo cittadino e quello del vicesindaco Vittorio Lettieri si è consumata sulla questione Progest, lo stabilimento che tratta rifiuti speciali e pericolosi. Ma cosa è successo? La Progest aveva chiesto al Comune e quindi al capo dell'esecutivo di poter autorizzare un ampliamento urbanistico ma anche di poter ampliare i 'codici' da trattare nello stabilimento.

Già in campagna elettorale era arrivato il secco 'no' da parte di Santagata e dei suoi consiglieri tanto è vero che nella riunione di maggioranza precedente alla conferenza dei servizi si era (ancora una volta) ribadito il diniego ad entrambe le richieste della Progest. E quindi? Mercoledì scorso l'ingegnere Davide Ferriello (nominato proprio dal sindaco Santagata) si è presentato alla conferenza dei servizi ed ha dato invece parere favorevole all'ampliamento urbanistico (ribadendo però il no ai nuovi codici di rifiuti).

Una presa di posizione del dirigente? O una richiesta del sindaco Santagata? Lettieri e i suoi consiglieri hanno visto questa scelta come una 'spallata' alla maggioranza con il sindaco che "ha voluto fare di testa propria". E quindi in fretta e furia Vittorio Lettieri ha convocato Michelina D'Aniello, Maddalena Licciardiello e Mariarosaria D'Agostino per decidere il da farsi. La decisione è stata unanime: ci dimettiamo. E quindi ecco le telefonate ai consiglieri di opposizione e l'appuntamento fissato dal notaio. Arrivano prima gli esponenti della minoranza, Lettieri invece arriva con le sue tre donne. Si incontrano dal notaio e firmano, tutti insieme, il documento delle dimissioni. Con quell'inchiostro si poneva fine all'amministrazione Santagata. Che non è riuscita nemmeno a 'festeggiare' i 5 mesi di vita amministrativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • La morsa del maltempo non lascia la provincia di Caserta: prorogata l'allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento