rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità

Bilanci non approvati, arriva la diffida del prefetto. Scatta il count-down

Ora restano 20 giorni di tempo all’amministrazione comunale di Marino per votare in aula i Consuntivi ed il Previsionale

La diffida del prefetto è arrivata, ora scatta il count-down per l’approvazione dei bilanci da parte dell’amministrazione comunale di Caserta. 

La maggioranza guidata dal sindaco Carlo Marino ha 20 giorni di tempo per convocare il consiglio comunale e mettere ai voti i bilanci Consuntivi 2017 e 2018 oltre al Previsionale 2019 per ottemperare a quanto definito dal Ministero dell’Interno in seguito all’approvazione del secondo dissesto finanziario dell’Ente e dal conseguente bilancio stabilmente riequilibrato varato dall’Assise comunale. 

Venti giorni nei quali si attende anche il parere del neo collegio dei revisori dei conti presieduto da Giuseppe Fattopace che ha già spinto la giunta a modificare i bilanci in ben due occasioni.

Adesso, però, non c’è più tempo visto che dopo la diffida del prefetto Raffaele Ruberto ci sarà solo il tempo di portare i bilanci in consiglio comunale per il voto.

L’umore in maggioranza, come sempre accade alla vigilia dei consigli comunali su argomenti contabili, non è dei migliori, anche se ad oggi le uniche defezioni sul voto potrebbero essere quelle di Antonio Ciontoli, Gianfausto Iarrobino, Camillo Federico e Mario Russo, che comunque non basterebbero per mettere in difficoltà la maggioranza sull’approvazione dei documenti contabili.

Ma molto peserà anche il parere che arriverà dai revisori dei conti nei prossimi giorni. Naturalmente, nel caso in cui i bilanci non vengano approvati nei prossimi venti giorni, toccherà al prefetto Ruberto avviare l'iter per lo scioglimento del consiglio comunale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilanci non approvati, arriva la diffida del prefetto. Scatta il count-down

CasertaNews è in caricamento