Crolla lapide nel cimitero, mano dura del sindaco contro i ‘concessionari’

Ordinanza di Tatone dopo l’incidente: “60 giorni per i lavori o acquisizione dei manufatti”

Sarebbe potuta essere una tragedia. Nei giorni scorsi è crollata una lapide di un loculo nel cimitero comunale a Casaluce ma fortunatamente non ci sono stati feriti. Ad accorgersi dell'accaduto un cittadino di Casaluce che ha immediatamente chiesto l'intervento al responsabile comunale che ha avviato le verifiche necessarie. 

Dai controlli è emerso che "numerosi loculi posti a confine con il nuovo cimitero presentano lapidi in marmo inarcate e con evidenti segni di distacco che ne lasciano presagie imminenti e/o imprevisti crolli". Quindi per motivi di sicurezza il sindaco Antonio Tatone ha deciso di ordinare ai concessionari (o comunque agli eredi o agli aventi diritto) di "provvedere a propria cura e spese alle opere manutentive finalizzate alla messa in sicurezza". 

L'area è stata transennata e segnalata. Ora i concessionari avranno 60 giorni per fare i lavori e qualora gli interventi non dovessero essere fatti "si procederà con la dichiarazione di decadenza della concessione con conseguente acquisizione al patrimonio comunale dei manufatti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Sacerdote litiga coi fedeli e abbandona la messa

Torna su
CasertaNews è in caricamento