rotate-mobile
Attualità Capodrise

L'ombra della Corte dei Conti incombe sulla crisi in maggioranza

La sezione Controllo della Campania invia Pec al Comune. Nervi sempre più tesi e approvazione del bilancio a rischio

Nel pieno della crisi politica che si sta vivendo all'interno della maggioranza a Capodrise c'è anche l'ombra della Corte dei Conti. 

E' delle ultime ore, infatti, la notizia che la Presidente del Consiglio Comunale di Capodrise, Luisa Palazzo ha ricevuto, lo scorso 4 agosto, una pec dalla Sezione regionale di controllo per la Campania, relativa ad una deliberazione della stessa Corte dei Conti all'esito della convocazione della Sezione per l’adunanza pubblica del 19 luglio 2023. 

Un nuovo "grattacapo" per l'amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo Negro che è ancora alle prese con lo scontro aperto tra l'associazione "Siamo Capodrise", che conta 5 consiglieri comunali, ed alcuni componenti dell'esecutivo, prima fra tutti Luisa D'Angelo. Uno scontro che ha portato da un lato alla richiesta di revoca dell'incarico in giunta dell'assessore D'Angelo e dall'altro ad una denuncia da parte della stessa esponente dell'esecutivo al collega Michele Di Paolo, capogruppo di Siamo Capodrise in Consiglio, con l'accusa di diffamazione. 

Al centro c'è il sindaco Negro che, dopo incontri avuti con una delegazione dell’Associazione,  ha ritenuto di non accogliere la richiesta di dimissioni avanzata (l'associazione ha chiesto l'azzeramento della giunta e la nomina di una tecnica) e di procedere senza la certezza di una maggioranza coesa. Una scelta che potrebbe portarlo in Consiglio comunale senza una maggioranza che possa approvare il bilancio nel mese di settembre. E a gettare benzina sul fuoco ora i rilievi della magistratura contabile. 

Insomma, al netto dei finanziamenti per la scuola materna in via Cagliari, nel quartiere San Donato, la situazione resta tesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ombra della Corte dei Conti incombe sulla crisi in maggioranza

CasertaNews è in caricamento