rotate-mobile
Attualità Teano

Muore per il coronavirus, il sindaco proclama il lutto cittadino

Minuto di silenzio e bandiere a mezz'asta per le vittime del Covid 19 in tutti i Comuni

Lutto cittadino a Teano per la vittima di Coronavirus. Lo ha detto il sindaco Dino D'Andrea che ha annunciato per le 12 un minuto di silenzio con bandiere a mezz'asta, come in tutta Italia, per la tragedia che ha colpito la comunità di Teano e per tutte le altre vite spezzate dal Covid.

"Sono momenti tristi, ci lasciano un senso di vuoto e di sbigottimento, ma ci insegnano e ci dimostrano che l’Unione e la condivisione sono le forze per andare avanti, allora raccogliamo le energie ed impieghiamole per uscire da questo tunnel - ha scritto il sindaco sul suo profilo Facebook - E nonostante il dolore, frammisto a rabbia per i nostri concittadini, oggi abbiamo anche ricevuto buone notizie, i tamponi effettuati nel nostro territorio sono risultati negativi(8), aspettiamo l’esito dell’ultimo a mezzanotte dal Moscati di Aversa; vi rassicuro perché siamo così attenti, ed anche un po’ diffidenti, che prolunghiamo le quarantene ai “casi” che non ci convincono fino in fondo; i medici di medicina generale stanno compiendo un lavoro eccezionale, ci sentiamo praticamente tutti i minuti e l’UOPC notte e giorno ci aggiorna sull’esito dei tamponi".

Il sindaco poi fa sapere che "ci stiamo anche supportando con i kit per pazienti sintomatici per escludere l’infezione e calibrare la terapia, ed oggi abbiamo fatto felici i genitori e due simpaticissimi bambini con i quali abbiamo giocato a “pungidito”!
Insomma abbiamo il territorio sotto stretto monitoraggio e tutto sommato stiamo reggendo bene perché non abbiamo nessun intervento e nessun tampone in prenotazione per sospetto Covid. Voglio tranquillizzare i cittadini che nessuno sta disattendendo la quarantena, tant’è che li chiamiamo più volte a turno ed al giorno su numeri fissi e non mobili".

Sul fronte della sanificazione nel pomeriggio di oggi "faremo la quinta dei borghi di Teano; autorizzerò questa misura igienico profilattica con i sali di ammonio prendendomi come al solito la responsabilità, perché in questa pandemia ogni mia scelta non è mai stata fatta a caso - spiega D'Andrea - Qualunque ordinanza o misura ha sempre rispettato il criterio logico e-o scientifico, e ringrazio Sandro che sta facendo un lavoro di studio amministrativo impagabile. Un appello, ai tanti cittadini che stanno aiutando chi è in difficoltà con beni di prima necessità, ricordate che l’unica associazione deputata alla consegna domiciliare di beni è la protezione civile, chiunque voglia fare donazioni e consegne li contatti, per evitare di diventare vettori noi stessi del virus; oltretutto mi appello alla sensibilità ed alla discrezione di tutti, soprattutto di chi riveste cariche pubbliche", conclude. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore per il coronavirus, il sindaco proclama il lutto cittadino

CasertaNews è in caricamento