Strappo della Lega, i consiglieri: “Non voteremo a favore dei giochi di palazzo”

Daria e D’Ausilio contro il sindaco Petrella: “Sta dando un pessimo spettacolo”

Appare sempre più irricucibile lo strappo tra Lega e il sindaco di Castel Volturno Luigi Petrella, nato subito dopo l’elezione del primo cittadino per l’assenza di esponenti del partito di Matteo Salvini in giunta.

I consiglieri leghisti Giuseppe Daria e Cristina D’Ausilio non nascondono infatti che “in questo inizio di consiliatura quest’amministrazione sta dando un pessimo spettacolo della propria attività politica sul territorio ai tanti cittadini che hanno dato fiducia alla coalizione di centrodestra. Infatti, all’interno di quest’Amministrazione si sente quasi esclusivamente parlare di poltrone e delle relative deleghe, nessuna discussione sui problemi, nessun interpartitico sull’imminente rischio di emergenza rifiuti in piena estate, nessun idea o progetto attorno al quale sviluppare almeno un barlume di iniziativa sul territorio. Niente di niente. Veramente un inizio assai deludente”.

Anche per questo il partito del ministro dell’Interno ha deciso che in Consiglio darà il proprio voto solo “per le iniziative e le proposte messe in campo nell’interesse dei castellani, fermo e convinto voto contrario a inutili giochi di palazzo che non hanno in nessuna considerazione il territorio e i castellani”.

Diverse le stoccate al sindaco Petrella, reo secondo Daria e D’Ausilio di aver preferito “giochi di palazzo e poltrone persino per coloro che le elezioni le hanno perse”, in riferimento a Giovanni Gerardo Parente, nominato assessore dopo l’accordo post primo turno elettorale.

I due consiglieri inoltre nella giornata di mercoledì hanno incontrato il coordinatore provinciale del partito Salvatore Mastroianni per fare il punto su questo delicato momento politico per la città di Castel Volturno. Nell’ottica di un maggiore radicamento sul territorio è quindi prevista per il prossimo autunno anche l’apertura di una sede cittadina del partito.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento