Consiglio comunale ‘paralizzato’, 5 consiglieri scrivono al prefetto

Il gruppo di Italia Viva: “Da dicembre nessuna convocazione, atti importanti bloccati”

Il prefetto di Caserta Raffaele Ruberto

Il gruppo di Italia Viva del Comune di Caserta scrive al prefetto Raffaele Ruberto per segnalare la ‘paralisi’ dell’attività del consiglio comunale del Capoluogo. In mattinata è stata protocollata anche negli uffici di piazza Vanvitelli la nota firmata dal capogruppo Gianfausto Iarrobino a nome dei colleghi del gruppo consiliare (Mario Russo, Pasquale Antonucci, Roberto Peluso e Giovanni Megna) con la quale si segnala la ‘mala gestio’ della maggioranza guidata dal sindaco Carlo Marino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nonostante le ripetute sollecitazioni verbali fatte al presidente del consiglio comunale Michele De Florio - si legge - nessun consiglio comunale è stato convocato dal mese di dicembre ultimo scorso, nonostante i numerosi atti importanti da discutere giacenti nell’ufficio di presidenza. Si fa notare altresì - continua la nota - che procede regolarmente l’attività di giunta comunale con proliferazione di delibere a cui non viene dato seguito con il naturale iter di discussione consiliare, di fatto paralizzando l’azione amministrative dell’Ente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

Torna su
CasertaNews è in caricamento