Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Il consigliere restaura a proprie spese una piccola cappella

"Il mio è stato un piccolo gesto contro il degrado, dedicato alla nostra Madre amatissima e all’amore per la nostra città. In tanti mi avevano fatto presente lo stato in cui versava la cappellina"

La piccola cappella di via Saraceni, a Santa Maria Capua Vetere, torna a nuova vita. Il luogo sacro, per anni abbandonato all’incuria e al degrado, è stata risistemata dall’avvocato Raffaele Aveta, a proprie spese, su sollecitazione di numerosi sammaritani devoti alla Madonna venerata in quel piccolo ma significativo edificio.

"Il mio - spiega Aveta - è stato un piccolo gesto contro il degrado, dedicato alla nostra Madre amatissima e all’amore per la nostra città. In tanti mi avevano fatto presente lo stato in cui versava la cappellina, peraltro situata in un punto molto visibile, all’angolo tra via Avezzana e via Gaetano Saraceni. Sono stato particolarmente colpito dalla devozione di tanti sammaritani e anche dalla leggenda che accompagna la sua edificazione, che si vuol fare risalire addirittura all’iniziativa del celebre Andrea Fortebraccio detto Braccio da Montone, che fu soldato di ventura e principe di Capua, gran contestabile del Regno di Napoli e conte di Foggia".

L’intervento di restauro è consistito nella risistemazione del tetto, per eliminare le infiltrazioni, nel rifacimento degli intonaci e nella pitturazione delle facciate.

"Si tratta - conclude Aveta - di luoghi della memoria collettiva che vanno preservati e valorizzati anche per dare decoro, attraverso piccoli interventi, a contesti urbani che meritano una maggiore attenzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consigliere restaura a proprie spese una piccola cappella
CasertaNews è in caricamento