Congedi parentali e bonus baby sitter, scontro tra De Luca e Governo

Il governatore in pressing per estendere la misura anche alla Campania. Da Palazzo Chigi arriva il no secco alla proposta

Pressing di De Luca su Conte

Continua il braccio di ferro tra il governatore della Campania Vincenzo De Luca ed il Governo presieduto da Giuseppe Conte. Motivo del contendere la concessione dei congedi parentali e dei bonus baby sitter per i genitori lavoratori, costretti a casa dalla chiusura delle scuole. Una "campana" che da Roma resta inascoltata.

I benefici, hanno ribadito da Palazzo Chigi nel corso di un nuovo vertice con le Regioni, verranno erogati esclusivamente alle famiglie delle "zone rosse" (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Calabria) dove è stata estesa la didattica a distanza anche agli alunni delle seconde e terze medie. La Campania, invece, ricade nell'area gialla e quindi c'è la possibilità della didattica in presenza (sia pure con l'obbligo di mascherina anche in classe) ad eccezione delle scuole superiori. Possibilità che però è stata esclusa dal governatore De Luca, che ha confermato la chiusura delle scuole fino al 14 novembre. 

E dunque, continua il pressing da Palazzo Santa Lucia per ottenere aiuti per i genitori lavoratori. Quella del Governo "ci sembra una posizione francamente inaccettabile, iniqua, priva di ogni ragionevolezza e perfino offensiva nei confronti di tante mamme costrette per ragioni sanitarie a tenere in casa i bambini. Ma si può costringere una mamma a portare i bambini a scuola in condizioni di mancata sicurezza sanitaria, per mancanza di tutela economica?", fa sapere De Luca. 

Nei giorni scorsi dalla Campania era arrivata una proposta normativa "per garantire congedi parentali con il massimo della tutela economica per le lavoratrici dipendenti e bonus baby-sitter per le lavoratrici autonome", dice ancora il presidente della Regione. Per ora dal Governo arriva un "neit" secco alla proposta. De Luca si appella "a tutte le forze politiche perché a livello parlamentare sia corretta rapidamente questa impostazione completamente sbagliata", conclude.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento