Attualità

Cimitero e villa comunale chiusi, il sindaco: "Il virus non è estinto"

La decisione controtendenza di Raiano: "Bisogna prima capire il trend del contagio con le riaperture"

Il sindaco di Curti Antonio Raiano

Il sindaco di Curti Antonio Raiano va controtendenza, rispetto a molti suoi colleghi del casertano, e tiene chiusi cimitero e parchi urbani. 

E' lo stesso primo cittadino a confermare l'ordinanza. Per quanto riguarda il camposanto la chiusura è stata disposta fino all'11 maggio. "Da quel giorno in poi se la situazione epidemiologica lo consentirà, come immaginiamo e tutti speriamo, inizieremo a pensare ad un afflusso scaglionato durante la settimana e non ancora nel weekend - fa sapere Raiano - Ritengo che ancora qualche giorno di sacrificio dopo quasi 2 mesi di lockdown siano necessari per capire il trend del contagio sul nostro territorio. Non dobbiamo dimenticare, poi, che il cimitero di solito è frequentato in gran parte dai meno giovani che sono quelli a più alto rischio di coronavirus e il mio compito, in qualità di ufficiale sanitario più alto in grado nel comune, è di tutelare a tutti i costi la salute dei miei concittadini. Ancora qualche giorno di sacrificio e saremo tutti, forse, un po’ più tranquilli".

Chiusura anche per la villa comunale. "Non dobbiamo pensare che tutto sia finito e che il virus sia estinto - dice ancora Raiano - se teniamo alla salute di coloro che incontriamo indossiamo sempre la mascherina, che da ieri in Campania è obbligatoria, quando si esce e contemporaneamente rispettiamo sempre il distanziamento sociale di almeno 1,8 metri. Insieme ce la faremo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero e villa comunale chiusi, il sindaco: "Il virus non è estinto"

CasertaNews è in caricamento