Reggia, caos ‘straordinari’. Premiato il ‘cerchio magico’ degli eventi privati

I sindacati firmano documento e chiedono interventi immediati

I soliti nomi, le solite facce. Che a fine mese portano a casa uno stipendio molto “maggiorato” rispetto ai colleghi perché, stando a quello che si racconta nelle stanze della Reggia di Caserta, fanno parte di una sorta di “cerchio magico” che viene sempre premiato e che permette agli interessati di portare a casa cifre importanti rispetto ai colleghi dell’area vigilanza che ne sono esclusi. Ma quello che fino a ieri erano solo lamentele tra i dipendenti, oggi è stato messo nero su bianco da tre sindacati (Uil, Confintesa, Unsa) che hanno chiesto un intervento diretto al manager Mauro Felicori.

Il nodo gira attorno agli eventi privati, quelli che nel palazzo vanvitelliano vengono denominati “attività organizzative del Conto terzi, cioè quei dipendenti che vengono ‘prestati’ (a pagamento) ai privati che vogliono svolgere attività all’interno della Reggia di Caserta.

“Tra le anomalie più evidenti ed in contrasto con a circolare del Ministero 85/2010 - scrivono i sindacati - vi è l’attribuizione frequente di incarichi con espletamento di ore in sovrapposizione all’orario istituzionale. Si sottrae cioè orario ordinario istituzionale di servizio al Museo con la richiesta di permessi orari, per poter espletare il servizio volontario di straordinario per gli ospiti ‘terzi’”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed in soldoni non è roba da ridere, se è vero ciò che affermano i sindacati che “si evince una forbice di 40 ore tra colleghi con lo stesso monte ore di partenza”. Da qui nasce la necessità di un documento ufficiale che sarebbe stato evitato, come sottolineano, “in un clima di relazioni sindacali normalizzate, ma stante il fallimento del tentativo di conciliazione delle scorse settimane, chiediamo in forza di legge una energica e capillare azione di controllo e verifica delle azioni amministrative denunciate al fine di scongiurare rivendicazioni legai già corposamente accumulate da questa amministrative per scelte inadeguate sull’organizzazione del lavoro e dei servizi amministrativi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Antonietta, l'ingegnere casertano che ha rifiutato le offerte del Nord ed ha reinventato l’Ingegneria Clinica della Federico II

  • Treno deragliato, chiuso un tratto dell'A1. Automobilisti 'sequestrati' in autostrada

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Bomba di caldo, ecco le città casertane più ‘hot’. Ma c'è in arrivo la pioggia

  • Il pentito: "Ho permesso di spacciare nella piazza che i Belforte mi avevano lasciato dopo gli omicidi"

  • Il compagno di scuola pentito: "Autorizzato a spacciare con una mia lettera"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento