rotate-mobile
Venerdì, 22 Settembre 2023
Attualità Roccamonfina

Primo centro commerciale aperto alle auto: "Negozi possono trasferirsi a spese del Comune"

Presentato il progetto "Roccamonfina due" finanziato con fondi del Ministero. "Dopo 40 anni recuperiamo area oggi abbandonata"

Un'area abbandonata si trasforma con i fondi del Ministero dell'Interno e diventa un parco commerciale, il primo in Europa dove si potrà fare shopping in auto. Non solo. Le attività del centro storico potranno trasferirsi nel nuovo 'polo' a spese del Comune. E' stato presentato il progetto per la realizzazione di "Roccamonfina due", questo il nome del polo che sorgerà il località Erbana. 

Si tratta del recupero di opere avviate negli anni '80 e mai completate ed oggi ridotte a scheletri di cemento seppellite da erba alta e degrado. Ora con il finanziamento del ministero, con decreto del dipartimento affari interni del 10 giugno 2022, la zona riprende vita. Un progetto avvenieristico per la cui sola progettazione definitiva (compresa dei pareri necessari in un'area vincolata come quella di Roccamonfina) è costata circa mezzo milione di euro ed altri due saranno necessari per il polo commerciale. 

"Il Centro Commerciale sarà l’unico in Europa a permettere l’ingresso delle auto all’interno della struttura, per fare direttamente la spesa senza scendere dall’auto con servizi drive in e fresh pickup - si legge in una nota dell'amministrazione guidata dal sindaco Carlo Montefusco - Il centro è sviluppato su due livelli. Avrà percorsi pedonali, tante aree verdi. Sarà alimentato esclusivamente da energie rinnovabili". All'interno oltre ai negozi ospiterà un'area fieristica ma anche alberghi con annessi percorsi benessere. 

Il progetto "Roccamonfina due" avrà un impatto anche sull'attuale assetto commerciale cittadino, in particolare piazza Nicola Amore. "Diventerà un salotto, con strutture ricettive, bar, ristoranti, trattorie, friggitorie, paninerie, pizzerie, bike sharing. Sarà ztl permanente. Alle altre attività verra data l’opportunità di trasferisi nei nuovissimi, bellissimi, locali del nuovo centro commerciale, a spese del Comune".

"L'idea è quella di separare l'area turistica da quella a vocazione commerciale - precisa il sindaco Montefusco - Inoltre dopo 40 anni sottraiamo una zona dall'abbandono in cui si trova oggi recuperando opere avviate e mai finite". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo centro commerciale aperto alle auto: "Negozi possono trasferirsi a spese del Comune"

CasertaNews è in caricamento