menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Barresi

Roberto Barresi

Il Comune perde i finanziamenti per i centri estivi, Barresi: "Dimettetevi"

L'esponente di 'Insieme per Capua' attacca il sindaco Branco e la sua amministrazione

L'amministrazione comunale di Capua sotto accusa a causa della mancata partecipazione alle procedure di assegnazione di fondi a beneficio dei centri estivi. Ad intervenire a gamba tesa sulla questione è Roberto Barresi, esponente civico di opposizione di 'Insieme per Capua'. "L'incapacità del branco di aborti della politica che deambula inutilmente nelle stanze comunali, ha raggiunto l'ennesimo risultato negativo, l'ennesima figuraccia per la città e l'ennesimo danno nei confronti di centinaia di famiglie capuane - ha sottolineato Barresi - Infatti l'articolo 105 del decreto Rilancio prevede, per l’anno 2020, un’integrazione del fondo per le politiche della famiglia per un importo pari a 135 milioni di euro, affinché sia erogato ai Comuni per il potenziamento, anche in collaborazione con istituti privati, dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa, durante il periodo estivo, per bambine e bambini di età compresa tra 3 e 14 anni".

"Le modalità di ripartizione del suddetto fondo sono stabilite con decreto che ripartisce gli stanziamenti riservando la misura del 10% per il finanziamento dei progetti volti a contrastare la povertà educativa e la restante quota al potenziamento dei centri estivi e dei servizi socioeducativi - ha continuato Barresi - E’ stata, pertanto inviata dalla Regione Campania ai Comuni, tra cui Capua, una scheda che bisognava, entro mercoledì 10 giugno, compilare e restituire alla Regione per dichiarare se si intendeva o meno organizzare o potenziare un centro estivo e, quindi, avere la possibilità di ottenere i cospicui fondi previsti. Ebbene il Comune di Capua non ha né compilato né restituito tale scheda, perdendo così ogni contributo".

"Ciò rappresenta un fatto gravissimo per Capua e per le nostre famiglie le quali, invece di poter far svolgere gratuitamente i centri estivi ai propri figli, come normalmente avviene in altri comuni, saranno costrette a rivolgersi ai 'soliti amici' del branco, pagando le rilevanti quote di partecipazione - ha concluso - Di fronte a tali continui e vergognosi risultati, è opportuno che l'amministrazione comunale ne prenda atto e rassegni immediatamente le proprie dimissioni. Capua ha bisogno di gente capace e concreta e non di inutili e sorridenti chiacchieroni da video show".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Casalesi in Toscana, preso anche l'ultimo indagato: era in un 'B&b'

  • Cronaca

    Festa in casa con un positivo. Avviata indagine

  • Attualità

    Il caso del mercato ortofrutticolo torna in Consiglio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento