rotate-mobile
Attualità

Caserta al 'buio', residenti impauriti: "Così è più facile per i ladri colpire in case e negozi"

Preoccupazione per l'arrivo del periodo natalizio. Napoletano: "Rischio incidenti e delinquenti"

A Caserta il buio inizia a far paura. Sono ormai diverse settimane che la pubblica illuminazione non è funzionante in diverse zone del Capoluogo. Casertanews aveva già raccolto, nei giorni scorsi, l’appello dei residenti di via Daniele, dove, dopo 2 settimane di “buio” sembra essere finalmente tornata la luce. Ma i problemi non sono risolti in tutta la città. Segnalazioni sono giunte anche da via Ruta, la strada che conduce al mercato, dove la pubblica illuminazione manca da almeno tre settimane. "Abbiamo paura che questa situazione venga sfruttata da bande criminali, soprattutto con l'avvicinarsi del Natale, per colpire nelle case e nei negozi della zona" raccontano preoccupati alcuni residenti.

Problemi anche a via Tenga e via Monticello, dove senza che la pubblica illuminazione non funzioni da due mesi. “La sicurezza di una zona urbana o extraurbana non passa soltanto dalla presenza più o meno costante delle forze dell’ordine ma anche della corretta illuminazione nelle ore notturne. Appare abbastanza ovvio che un luogo buio si presta maggiormente alla delinquenza o anche a qualche incidente rispetto a quello in cui non manca la luce. Almeno in teoria”. E’ il pensiero del consigliere comunale di Fratelli d’Italia Pasquale Napoletano. “Quello che dovrebbe essere altrettanto ovvio è che quando un lampione non funziona viene immediatamente riparato da chi di dovere - ha scritto sui social - Il corretto funzionamento dell’illuminazione pubblica, e quindi il fare il possibile per evitare che ci siano dei lampioni spenti, è a carico degli enti proprietari o dei gestori delle strade. Sono loro che devono garantire che nelle vie urbane o extraurbane, a seconda della propria competenza, ci siano le condizioni di sicurezza per pedoni e automobilisti. Il Codice della strada, infatti, stabilisce che questi soggetti devono provvedere alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi e al controllo tecnico dell’efficienza delle strade e relative pertinenze. Significa che un Comune non deve occuparsi solo di sistemare le buche stradali o i marciapiedi rovinati, ma anche i lampioni spenti. Nelle prossime ore provvederò ad interpellare formalmente il neo assessore delegato alla pubblica illuminazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caserta al 'buio', residenti impauriti: "Così è più facile per i ladri colpire in case e negozi"

CasertaNews è in caricamento