Attualità

Biodigestore, pasticci e ritardi del Comune. “Rischio danno erariale”

Bonavitacola, rispondendo ad una interrogazione di Zinzi, ammette l’errore dell’Ente nella progettazione e conferma la possibilità di dover ‘risarcire’ sui soldi spesi

Un pasticcio sulla progettazione del biodigestore che l’amministrazione comunale di Caserta guidata dal sindaco Carlo Marino vuole realizzare in zona Ponteselice, a circa 800 metri in linea d’aria dalla Reggia di Caserta. Ad ammetterlo è stato l’assessore regionale Fulvio Bonavitacola rispondendo ad una interrogazione presentata dal consigliere regionale Gianpiero Zinzi.

“Attualmente l’iter procedurale risulta fermo in attesa della trasmissione da parte del Comune del primo lotto funzionale del progetto definitivo dell’intervento con quadro economico di importo pari a quello messo a finanziamento”. Questo perché il Comune ha effettuato un errore. “Vi era stato un finanziamento previsto dalla Regione - spiega Bonavitacola - l’amministrazione comunale ha espletato un bando per la progettazione; i progettisti in sede di gara hanno offerto una variante migliorativa ed erroneamente il Comune di Caserta ha cumulato i costi del progetto ammesso a finanziamento coi costi del ‘presumibile progetto’ offerto in sede di gara dai progettisti, senza distinguere le due cose. Noi abbiamo chiarito che tutto ciò che riguarda il futuribile riguarda il futuro; noi abbiamo chiarito che devono approvare, nei limite del possibile, il progetto. Questa è una condizione affinché il procedimento possa essere salvaguardato. Il cronoprogramma trasmesso il 14 maggio 2021 non è coerente con lo stato di avanzamento del progetto”. Sulla scelta dell’area per la costruzione resta confermata ‘Ponteselice’ anche se si attende ancora il via libera della Soprintendenza. “L’eventuale revoca della disponibilità da parte del Comune - ha aggiunto Bonavitacola - determinerà un danno erariale al Comune di Caserta oltre alla restituzione della somma erogata dalla Regione a titolo di anticipazione”.

“Oggi in aula ho chiesto all’assessore regionale Fulvio Bonavitacola chiarimenti sul progetto del biodigestore in località Ponteselice a Caserta” ha commentato il consigliere regionale Gianpiero Zinzi. “Abbiamo così scoperto che non solo è in forte ritardo, ma che a causa delle scelte scellerate di Marino la prossima amministrazione comunale non potrà fare marcia indietro senza incorrere in un danno erariale. Cosa che sarebbe insostenibile per le casse dell’Ente. Questo più che un governo cittadino sembra un incubo per i casertani”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodigestore, pasticci e ritardi del Comune. “Rischio danno erariale”

CasertaNews è in caricamento