rotate-mobile
Attualità Parete

Nuova vita per il bene confiscato grazie ai fondi Pnrr

Ci sarà un intervento di riqualificazione per 690mila euro

Il Comune di Parete sottolinea l'impegno dell'amministrazione nell'ambito della valorizzazione di beni confiscati. L'atto, redatto dal Responsabile dell'Area Assetto del Territorio, l'architetto Luigi Scarpa, tratta la riqualifica-zione di un'area confiscata alla camorra in via Viale Torre. Tale iniziativa rientra nella Mission 5 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), focalizzata sull'inclusione e coesione territoriale, con particolare riferimento agli interventi speciali per la coesione. Il finanziamento per questa operazione è stato ottenuto attraverso l'Unione Europea, nel contesto del programma Next Generation EU, con un ammontare complessivo di risorse pari a 250 milioni di euro.

Nel dettaglio, l'investimento riguarda la valorizzazione dei beni confiscati alle mafie. La Deliberazione di giunta comunale ha già approvato il progetto definitivo dei lavori di riqualificazione, distribuendo gli importi come segue: 452.400 euro per i lavori, 12mila euro per gli oneri della sicurezza, 226.030,32 euro somme a disposizione dell'amministrazione, per un totale di 690.430 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova vita per il bene confiscato grazie ai fondi Pnrr

CasertaNews è in caricamento