Attualità

Il Comune 'dimentica' di nominare avvocato per ricorso contro ordinanza di abbattimento

Cerchiello (Pd) punzecchia il sindaco: "Nel ricorso coinvolto anche l'Istituto di sostentamento clero dove lavora. Non è che si ritarda perché il ricorrente è parente di qualche assessore?"

Teresa Cerchiello, segretaria Pd Grazzanise

Il Comune di Grazzanise non si è ancora costituito in giudizio al Tar Campania contro un ricorso presentato per un’ordinanza di abbattimento da parte degli uffici comunali e che vede coinvolto anche l’Istituto Diocesano per il Sostentamento Clero della Diocesi di Capua. Una ‘dimenticanza’ che ha spinto la segretaria del Pd Teresa Cerchiello a punzecchiare il sindaco Enrico Petrella che è egli stesso dipendente dell’IDSC.

“Quasi tutti abbiamo ascoltato il discorso del sindaco Enrico Petrella, per la “celebrazione” dei cento giorni della sua amministrazione - ha affermato la segretaria democrat - Tanti si sono meravigliati dell’annuncio del ritrovamento di armadi “pieni di soldi” non spesi. Tanti, invece, sono rimasti delusi nel sapere che il Comune di Grazzanise, spesso, ha subito danni per mancate costituzioni in giudizio in procedimenti intentati contro di esso. Alle parole bisognerebbe far seguire i fatti e si ricordi, signor Sindaco, che “non si può servire Dio e Mammona”. Allora ricordiamo che è esistente innanzi al TAR Campania un procedimento (il numero 2459 del 2020) intentato contro il Comune di Grazzanise da un cittadino per chiedere l’annullamento delle Ordinanze di abbattimento di opere realizzate abusivamente. Ordinanze emanate dall’Ufficio Tecnico del Comune e che vedono tra gli “attori” anche l’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero di Capua”.

La segretaria Pd ricorda che “Grazzanise è piccolo e tutti sappiamo che Lei è dipendente dell’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero della Diocesi di Capua e precisamente ricopre l’incarico di Segretario Affari Generali nell’Ufficio di Direzione (una specie di vicedirettore). La gestione del patrimonio dell’Istituto prevede, tra le altre cose: la locazione dei beni e l’affittanza dei terreni, la promozione e la riqualificazione dei cespiti (cambio destinazione urbanistica dei terreni per intenderci…). A pensar male si fa peccato, ma spesso (visti i fatti del caso) ci si ingarra. Grazzanise è un piccolo paese e tutti conosciamo la sua giunta e le relative parentele. Sindaco, dopo 100 giorni di sua Amministrazione, il Comune di Grazzanise non risulta ancora Costituito, quale resistente, nel procedimento 2459 del 2020 presso il TAR Campania notificato al Comune il 2 luglio 2020. Il giorno 6 agosto 2020 il dott. Aldi con Delibera di Giunta n.44 riteneva “opportuno e doveroso disporre la costituzione in giudizio di questo Ente per resistere avverso la richiesta dei ricorrenti.” Sindaco, in questo caso, non è che si trova in una situazione di palese conflitto di interessi e per questo, forse, anche la Responsabile dell’Area Amministrativa – Contenzioso (da Lei nominata) ritarda la Costituzione nel citato procedimento? Sindaco, non è che la mancata costituzione nel citato ricorso, anche nell’arco dei suoi cento giorni, è dovuta al fatto che potrebbe creare qualche crisi nella Sua maggioranza vista la parentela tra qualche suo assessore e il ricorrente?”.

Poi la chiusura: “Conosciamo le fasi e i tempi per le costituzioni nei processi amministrativi, ma per dare l’esempio ed eliminare ogni dubbio potrebbe porre rimedio, magari evitando di dare l’incarico a qualche avvocato che siede nel Consiglio d’Amministrazione di qualche banca insieme al suo diretto superiore presso l’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero di Capua”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune 'dimentica' di nominare avvocato per ricorso contro ordinanza di abbattimento

CasertaNews è in caricamento