menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101008071608_cANE_GUIDA_LIONS

20101008071608_cANE_GUIDA_LIONS

Lions Club assegna gratuitamente cane guida ad un non vedente

Marcianise - Il Lions Club Marcianise, ha dato il via alle procedure che vedranno assegnare gratuitamente, ad un giovane padre non vedente di Marcianise, il cui nome resta ancora per ora coperto da riserbo, un cane guida per ciechi del valore di...

Il Lions Club Marcianise, ha dato il via alle procedure che vedranno assegnare gratuitamente, ad un giovane padre non vedente di Marcianise, il cui nome resta ancora per ora coperto da riserbo, un cane guida per ciechi del valore di dodicimila euro circa. "Non è un caso - afferma il presidente Ernesto Genoni - che l'iniziativa del Lions Club marcianisano coincida, proprio oggi, con la data delle celebrazioni della 5° Giornata Nazionale del Cane Guida, giornata istituita nel 2006 per sensibilizzare proprio l'opinione pubblica. Un'occasione importante che pone in evidenza quanto i cani guida siano gli occhi di chi vive nel buio, assecondando generosamente necessità di autonomia e di mobilità.

Il Lions Club di Marcianise, - continua il presidente Genoni - sensibile alle problematiche dell'Unione Ciechi che hanno aderito come lettori alla "otto ore" non stop dei lions "Leggere Insieme la Sacra Bibbia" di maggio scorso all'Annunziata , ha attuato, in collaborazione con il Servizio Cani Guida per Ciechi, un programma che consiste nell'affidamento a famiglie volontarie di cuccioli di razza Labrador e Golden Retriever da socializzare ed educare fino "all'età scolare", lo scopo è quello di assicurare una disponibilità regolare di cani ben socializzati da sottoporre ad addestramento come cani guida per ciechi."
Non sempre c'è una cultura adatta ad affrontare situazioni che prevedano la presenza di cani guida, e così non viene permesso a chi possiede un cane guida di entrare in un ristorante, di prendere un taxi, di salire sul treno, nonostante esista una legge che lo permetta. E ancora di essere accolto negli alberghi, nei condomini, sui mezzi di trasporto, nei luoghi di divertimento, nelle strutture sportive, e così via, con la conseguente mortificazione dei diritti di inclusione sociale, di libertà e di autonomia della persona non vedente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento