menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100214054113_lucetrice

20100214054113_lucetrice

In attesa del tour londinese la 'Lucetrice' di Camillo Fiore l'opera prima al museo del riciclo

San Nicola la Strada - Ripartire dall'usato per creare tendenza, avendo cura di rispettare l'ambiente. Sono schede elettroniche difettose, residuate nella produzione di lavatrice, la materia prima della splendida "Lucetrice" di Camillo Fiore. Con...

Ripartire dall'usato per creare tendenza, avendo cura di rispettare l'ambiente. Sono schede elettroniche difettose, residuate nella produzione di lavatrice, la materia prima della splendida "Lucetrice" di Camillo Fiore. Con la sua pluripremiata opera, una lampada da esposizione, l'ecodesigner di San Nicola la Strada (Ce) ha ottenuto la consacrazione ad artista di fama europea. La "lucetrice", generante effetti luminosi assolutamente affascinanti, volerà a Londra dove sarà esposta nella famosa galleria di arte moderna Gallery Fumi. La trasferta inglese è solo l'ultima tappa di una mostra itinerante dell'opera che, nelle varie città italiane toccate, ha riscosso plebiscitari consensi di critica e di pubblico.
Vincitrice della prima edizione del premio internazionale di Pittura e Design "Rifiuti in cerca d'autore", sezione Design, promossa dall'associazione Salerno in arte e patrocinata tra l' altro dalla regione Campania, dall' assessorato alle politiche ambientali della Provincia di Salerno, e dal comune di Salerno, la "Lucetrice" nei giorni scorsi è stata scelta per la copertina (home page) del "Museo del Riciclo", primo museo virtuale dedicato alle opere realizzate con materiale riciclato.
"Utilizzare schede elettroniche difettose, e dunque materiale considerato altamente inquinante per l'alta percentuale di piombo contenuto, al fine di realizzare opere decorative ed utili- ha spiegato l'artista- mi ha affascinato particolarmente. Ho cercato di inculcare l'importanza del riciclo, attraverso una lampada assolutamente funzionale e fruibile anche da un punto di vista estetico".

BIOGRAFIA DELL'AUTORE
Nato nel 1971 a Napoli, Camillo Fiore ha sempre avuto una predisposizione particolare per l'elettronica, tant'è che si è diplomato Perito Elettronico ed il suo primo lavoro è stato come radiotecnico in un centro di assistenza specializzato.

Il suo hobby è la manipolazione degli oggetti e dei materiali più eterogenei, che uniti ad un'ispirazione svincolata da qualunque schema, danno vita a creazioni di design dalle forme uniche ed originali; avendo una certa dimestichezza soprattutto con le schede elettroniche, un giorno ha deciso di utilizzarle per le sue creazioni. La luce è la sua passione, quindi gli oggetti di design che ama realizzare maggiormente sono corpi luminosi . Dal 2005 al 2006 ha collaborato presso uno laboratorio di Arte e Design di Napoli che lo ha indirizzato ed aiutato nella realizzazione delle sue opere.
Ha partecipato alla Prima Edizione del Premio Internazionale di Pittura e Design "Rifiuti in cerca d'Autore" promosso da Salerno in Arte, vincendo il primo premio della Sezione Design con l'opera "Lucetrice".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Covid si porta via il proprietario di 'Tenuta Pegaso'

  • Cronaca

    Speranze di 'zona gialla' per la Campania dal 26 aprile

  • Cronaca

    Il Covid contagia il presidente de 'Il Sorriso di Padre Pio'

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Da Caserta a Miami: 30 dj suonano per 10 ore il 1 maggio

  • social

    La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

  • social

    Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento