rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Attualità Trentola-Ducenta

Il giallo dell'area mercato, l'ex candidato sindaco svela: "Non c'è l'accordo sulla nuova area"

Apicella: "E' una farsa, i commercianti si sentono presi in giro..."

La vicenda legata alla fiera settimanale di Trentola Ducenta sta scatenando l’opinione pubblica. Da una parte c’è una maggioranza che non riesce a trovare una soluzione definitiva (la sistemazione di via Larga è stata bocciata e ora la fiera è ferma) e dall’altra ci sono commercianti e opposizione che chiedono chiarezza e che vogliono, anche per dare risposte ai cittadini, di provvedimenti urgenti da parte del sindaco Andrea Sagliocco.

A farsi portavoce del disagio di cittadini e commercianti è il capogruppo di opposizione Michele Apicella che sottolinea come quello della fiera settimanale sia “un problema grave e serio”. Sì perché sembrava che il sindaco avesse “individuato un terreno sul quale dovevano essere avviati i lavori di adeguamento per l’ottimizzazione dell’area stessa” ma poi, rivela Apicella, “da notizie certe sembra proprio che non si sia realizzato il giusto accordo con il proprietario del terreno già individuato ed allora l’amministrazione maschera il fatto con la necessità di offrire anche agli altri residenti della zona la stessa possibilità, in definitiva prende, anzi, perde tempo. L’atteggiamento, o meglio, l’operato del sindaco e della sua amministrazione è da farsa”.

In pratica dopo tutto questo tempo “scopriamo che non solo non è stato fatto nulla, ma apprendiamo dalla pubblicazione di una delibera di Giunta che l’amministrazione ha bloccato tutto per ricominciare daccapo. Anche le mura della Città sono testimoni di quanto dico: il sindaco ha indetto una manifestazione di interesse per la concessione in comodato d’uso dello spazio necessario alla ripresa della fiera settimanale. Tutto fatto, tutto concordato, tutto predisposto. No, meglio rifare tutto daccapo. Gli operatori del settore, consci dei gravi danni finora subiti, ma anche consapevoli di quello che saranno costretti a perdere per la mancata effettuazione della fiera nel mese di dicembre e, quindi, a ridosso delle festività natalizie, sono ormai allo stremo, si sentono presi in giro e protestano vivamente per conoscere la verità”.

E quindi l’appello proprio al primo cittadino Andrea Sagliocco: “Riesci a fare chiarezza in modo certo e definitivo su questa vicenda? Riesci a dire, veramente, quali sono gli intenti dell’amministrazione? Riesci a determinare e rendere pubblica una tempistica certa per la risoluzione di questo problema? I cittadini e gli operatori sono ormai veramente stanchi di questa altalena di decisioni che ha determinato la trasformazione di un problema, in una ridicola, ma vera, farsa. Una cosa sembra veramente certa: l’amministrazione, su questo problema, sta mostrando non solo approssimazione ma anche e soprattutto incapacità e ritardi colpevoli. Sindaco, se non riesci a risolvere il problema, fai tua la proposta che già da tempo aveva formulato il consigliere di opposizione Cantile e, una volta tanto, assumiti le responsabilità che sono prerogativa di chi gestisce la Cosa Pubblica. La Città rivuole la propria fiera settimanale, gli operatori del settore il loro sacrosanto lavoro”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo dell'area mercato, l'ex candidato sindaco svela: "Non c'è l'accordo sulla nuova area"

CasertaNews è in caricamento