menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Peluso, Gianni Megna, Gianfausto Iarrobino, Mario Russo e Pasquale Antonucci

Roberto Peluso, Gianni Megna, Gianfausto Iarrobino, Mario Russo e Pasquale Antonucci

Universiadi, Pon Inclusione e San Leucio, 5 consiglieri all'attacco: "Gestione dei finanziamenti sbagliata"

Il gruppo consiliare di 'Italia Viva' si focalizza sulle opportunità derivanti da fondi straordinari e non "sprecate dall'amministrazione Marino"

"Assistiamo ancora una volta ad una strumentalizzazione del patrimonio cittadino ed un'incapacità di finalizzare gli investimenti in maniera duratura e efficace per i servizi ai cittadini". Questo il duro commento del gruppo consiliare 'Italia Viva' di Caserta costituito dai consiglieri Gianni Megna, Mario Russo, Roberto Peluso, Pasquale Antonucci e Gianfausto Iarrobino.

A finire nel mirino dei cinque consiglieri comunali i due milioni ottenuti per le Universiadi e altrettanti per il Pon Inclusione: "investimenti di cui la città poco, se non nulla, ha beneficiato - sottolineano - Troppe sono state, fino ad ora, le occasioni sprecate per concretizzare, in un tangibile cambiamento, le opportunità derivanti da fondi straordinari e non. Se da un lato è del tutto evidente la capacità del sindaco a intercettare nuovi finanziamenti, dall'altra parte è palese e sotto gli occhi dell’intera comunità, l'utilizzo che degli stessi viene fatto".

"L'ultimo esempio è quello della Conad che, pur essendo venuta alla ribalta in queste ore per l'apertura di un ennesimo centro commerciale (l'area dove dovrebbe nascere è di fronte alla tenda di Abramo a poca distanza dal Lidl e dall'Iperion, ndr) nonostante l'indirizzo politico largamente contrario, nell'ambito del progetto Art-Bonus ha meritoriamente donato circa 90mila euro per il recupero del Complesso monumentale del Belvedere di San Leucio - continuano - Apprendiamo che questi fondi serviranno non solo a creare un tour multimediale ma anche una cassa automatica per il pagamento delle visite e prenotazione delle stesse nonché per la videosorveglianza del complesso e tanto altro".

"Visti gli attuali costi pubblicati in determina per l'assistenza al sistema di videosorveglianza cittadina, e sapendo quanto è costato in altri siti monumentali un sistema di tour virtuale e i sistemi di prenotazione e pagamento automatizzati, riteniamo che o stiamo sprecando risorse comunali nella gestione e manutenzione ordinaria di attrezzature ormai vetuste o vedremo ben poco di quanto promesso dai documenti di gara", conclude il gruppo consiliare di 'Italia Viva'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento