rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Attualità Calvi Risorta

L'area archeologica dell'antica Cales approda sul tavolo del ministro

Il caso è stato segnalato dal vicepresidente M5s alla Camera Santillo

Il Vicepresidente M5S alla Camera dei deputati Agostino Santillo ha presentato un'interrogazione parlamentare sul caso dell'area archeologica dell'antica Cales, nel territorio del Comune di Calvi Risorta, che da anni giace in stato di degrado e abbandono, nonostante le prestigiose evidenze storiche sui resti del sito e le enormi potenzialità culturali e turistiche dell'area.

"Parliamo della principale città del popolo degli Ausoni, con evidenze come l'anfiteatro, che presenta analogie con l’anfiteatro di Pompei, databile al I secolo a.C, o le Terme centrali che consevano quasi integralmente parte degli ambienti - ha dichiarato Agostino Santillo -. È davvero assurdo che un patrimonio del genere si ritrovi ad essere da decenni una sorta di discarica abusiva, con relativi problemi di ordine ambientale, quando potrebbe rappresentare un luogo di attrazione per turisti e studiosi. Chiedo quindi al ministro competente che innanzitutto vi sia l'impegno per bonificare l'area da un punto di vista ambientale e fare in modo che non vi siano più scavi abusivi come avvenuto in passato, con l'arresto di diversi tombaroli. Dopodiché credo che i ministeri di cultura e turismo, insieme agli altri enti coinvolti, dovrebbero prendere in considerazione, nel più breve tempo possibile, un piano di rilancio culturale e turistico del sito. Sarebbe, oltretutto, un'opportunità anche occupazionale per il territorio. Il mio interessamento continuerà - ha concluso Santillo - fino a che non avremo ottenuto risultati concreti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'area archeologica dell'antica Cales approda sul tavolo del ministro

CasertaNews è in caricamento