Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Comune diffida Illiad a rimuovere l'antenna

La replica dell'assessore Casale all'interrogazione di Caserta Decide. Scuole salve per quest'anno dal dimensionamento

Dimensionamento scolastico ed antenna Illiad in via De Franciscis a Caserta. Questo l'oggetto di due diverse interrogazioni presentate da Caserta Decide in consiglio comunale.

Il Comune diffida Illiad a rimuovere l'antenna

Sull'antenna, fanno sapere dal gruppo politico cittadino rappresentato in assise dal consigliere comunale Raffaele Giovine, "l'assessore Casale ci ha risposto dicendo che il Comune ha attivato un procedimento di diffida, ordinando all'azienda di smontare l'antenna. Abbiamo chiesto, tramite il consigliere Giovine, che si apra un tavolo pubblico per concertare con le aziende l'installazione di eventuali antenne e per l'installazione della fibra ottica che troppo spesso intacca in profondità la viabilità e la qualità delle strade".

Il piano di dimensionamento scolastico

Sul piano di dimensionamento scolastico comunale, con alcuni istituti che rischiano di perdere autonomia, su cui la Regione non si è espressa "abbiamo chiesto cosa ne è stato del piano; come mai, anche grazie alla filiera istituzionale, il piano non è stato utilizzato dalla Regione? Cosa intende fare l'amministrazione per tutelare l'autonomia delle scuole in generale? L'Assessore Battarra ci ha risposto che a causa del cambiamento di alcune normative nazionali è intenzione del governo nazionale alzare i minimi degli studenti in una scuola affinché resti autonoma - fanno sapere da Caserta Decide - L'Assessore ci ha confermato che in ogni caso l'anno prossimo le due scuole rimarranno autonome e che l'Amministrazione si sta impegnando a presentare un piano ancora più avanzato per l'anno prossimo. Siamo contenti della risposta e vigileremo in tal senso". 

Bocciata la proposta su Villetta Padre Pio

Caserta Decide ha poi presentato una terza mozione sulla gestione di Villetta Padre Pio. "Nella mozione chiedevamo che il Comune si facesse carico di un processo di ascolto e di gestione condivisa dell’area insieme alla cittadinanza, processo che aumenta il senso civico, diminuisce drasticamente gli atti di vandalismo e stimola la creazione di eventi culturali anche attraverso lo stanziamento di fondi pubblici. Piazza Padre Pio, sin dalla sua apertura, è stata oggetto di costanti azioni di vandalismo perché lasciata a sè stessa. L’Amministrazione comunale non ha la possibilità di gestire da sé l'area a causa del costante sottodimensionamento e del dissesto. Non possiamo pensare che aree realizzate e riqualificate con fondi pubblici vengano abbandonate a sè stesse e lasciate nel degrado: dobbiamo costruire giorno per giorno azioni di cura costanti e di manutenzioni ordinarie, sostenendo l’attività di cittadini e cittadine volontarie. Nonostante proprio questa Amministrazione abbia approvato il regolamento sui beni comuni, già utilizzato in tantissime occasioni, la maggioranza ha rifiutato il provvedimento, bocciandolo. Tuttavia l'amministrazione non prevede altre azioni di tutela dell’area: non stanzierà fondi, non coinvolgerà i cittadini, non farà manutenzioni. Cosa si farà allora? Per quanto ancora l’area sarà lasciata a sé stessa?". Bocciata anche per istituire in via Concezione a ridosso della scuola Collecini una strada scolastica, ovvero una strada pedonale per tutelare i bambini e abbattere la presenza di smog.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune diffida Illiad a rimuovere l'antenna
CasertaNews è in caricamento