menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

GAS Caserta Letture di gusto per un consumo critico e solidale

Caserta - Grazie alla collaborazione tra la rete delle piazze del sapere ed alcune delle più importanti associazioni (come Auser, Carta 48, Confederdia Campania, Legambiente, Slow Food, NCO, Padri Sacramentini) a Caserta città nasce il Gruppo di...

Grazie alla collaborazione tra la rete delle piazze del sapere ed alcune delle più importanti associazioni (come Auser, Carta 48, Confederdia Campania, Legambiente, Slow Food, NCO, Padri Sacramentini) a Caserta città nasce il Gruppo di Acquisto Solidale (G.A.S. Caserta - Letture di gusto. Libri, cibo e territorio), con la costituzione di una associazione di promozione sociale.
Il progetto si fonda sulla cooperazione di un gruppo di persone che ha deciso di incontrarsi per riflettere sui propri consumi e per acquistare prodotti di uso comune, utilizzando come criterio guida il concetto di giustizia e solidarietà. La finalità di un GAS e' provvedere all'acquisto di beni e servizi cercando di realizzare una concezione più umana dell'economia, più vicina alle esigenze reali dell'uomo e dell'ambiente, formulando un'etica del consumare in modo critico che unisce le persone invece di dividerle, che mette in comune tempo e risorse invece di tenerle separate, che porta alla condivisione invece di rinchiudere ciascuno in un proprio mondo di consumi, spesso effimeri.

Per questi motivi, essere un GAS non vuole dire soltanto risparmiare acquistando in grandi quantitativi, ma soprattutto chiedersi che cosa c'e' dietro a un determinato bene di consumo: se chi lo ha prodotto ha rispettato le risorse naturali e le persone che le hanno trasformate; quanto del costo finale serve a pagare il lavoro e quanto invece la pubblicita' e la distribuzione; qual e' l'impatto sull'ambiente in termini di inquinamento, imballaggio, trasporto... fino a mettere in discussione il concetto stesso di consumo ed il modello di sviluppo che lo sorregge. In questo modo si mette in modo una modalità diversa di "commercio critico" e nello stesso tempo più equo, solidale. Come sostiene Leonardo Becchetti (Presidente Comitato etico di BPE) si fa una scelta democratica di una sorta di "voto con il portafoglio", in modo consapevole e diventando anche cittadini più attivi
Per costituire un GAS o per entrare a farne parte non c'è bisogno di particolari requisiti, ma prendere coscienza della necessita' di cambiare nel piccolo e voler riflettere sull'approccio da avere quando si fa la spesa. Infatti, i GAS nascono dall'esigenza di cercare una alternativa ad un modo di consumare poco attento. L'obiettivo che va ben oltre i GAS sarebbe in futuro poter fare a meno di questo strumento, quando vi saranno le condizioni per creare un mercato diverso. I GAS sono una possibile risposta alla situazione attuale in cui l'unico dovere è consumare per essere felici. In Italia sono molto presenti (soprattutto nelle regioni del centro-nord) e cominciano a diffondersi anche nella nostra Regione. Per chi vuole approfondire l'argomento può consultare il sito dedicato: www.retegas.org.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento