menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
062428_Aurora

062428_Aurora

Presto il centro Aurora per laccoglienza delle donne vittime di violenza

Piedimonte Matese - Incontro con la stampa ieri mattina per il sindaco di Piedimonte Matese Vincenzo Cappello e l'assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura Costantino Leuci, per illustrare i dettagli del progetto che prevede la nascita del...

Incontro con la stampa ieri mattina per il sindaco di Piedimonte Matese Vincenzo Cappello e l'assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura Costantino Leuci, per illustrare i dettagli del progetto che prevede la nascita del centro "Aurora" per l'accoglienza delle donne vittime di violenza nell'area storica della città, in un immobile acquistato proprio dall'Amministrazione comunale sei anni fa mediante l'uso delle risorse delle indennità di carica.

Il progetto è stato ideato assieme all'associazione onlus casertana "Spazio Donna", da anni attiva nel sostegno alle donne con l'iniziativa del Telefono Rosa e la casa rifugio Nidorosa, rappresentata stamattina da numerose volontarie in Comune, inclusa la presidente Vanda Covre. "E' una grande opportunità per l'alto casertano - ha spiegato con soddisfazione il sindaco Vincenzo Cappello aprendo l'incontro - sarà l'unico centro ad essere presente in tutta la provincia". L'inaugurazione è prevista per il mese di ottobre, successivamente alla ristrutturazione dello stabile e alla formazione delle operatrici che lavoreranno nel centro, che potrà accogliere anche madri con i propri bambini, offrendo assistenza e ospitalità nell'ottica di un reinserimento sociale. Accanto alle operatrici, che a turno affiancheranno le ospiti, sarà presente una equipe di professionisti che offriranno un supporto specialistico. Ma sarà il "fare rete" l'elemento chiave del progetto, mettere in connessione enti, associazioni, scuole, per attivare oltre all'accoglienza anche un'attività di prevenzione e sensibilizzazione.
Come sottolineato da Tiziana Carnevale di Spazio Donna, è un dato positivo aver promosso il progetto nel comune di Piedimonte, molte infatti sono le segnalazioni ricevute dall'Associazione dal territorio, spesso di violenze familiari che tendono a rimanere taciute. "Il progetto Aurora ci consente di rispondere a un'emergenza sociale sentita, ma anche di dare valore a un bene del centro storico", ha affermato Costantino Leuci, soffermandosi anche sui motivi della scelta del nome: Aurora come la poetessa che abitava il vicino Palazzo Ducale, e simbolo della 'rinascita' di chi sarà accolto dal centro.Il Comune di Piedimonte ha beneficiato di un finanziamento di 360mila euro da parte del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, fondi che andranno a finanziare l'attività del centro per due anni, e ai quali vanno ad aggiungersi 40mila euro di risorse comunali derivanti dalla rinuncia alle indennità di carica della Giunta comunale.Oltre al progetto Aurora, il comune di Piedimonte è coinvolto anche in "Fuori Tratta V": l'Ambito C6 di cui è capofila (oggi confluito nel C4), più altri due Ambiti sociali della Campania, sono infatti partner della Regione in questo progetto presentato nell'ambito del programma di assistenza e protezione sociale del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con un finanziamento di circa 225mila euro per tutta una serie di interventi di contrasto allo sfruttamento degli immigrati, come ad esempio assistenza sanitaria e legale, accoglienza abitativa, formazione e inserimento lavorativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento