Sport

Pugno in faccia all'arbitro, maxi squalifica di 2 anni

Lungo stop al portiere del Valle di Maddaloni che ha aggredito l'arbitro in campo

Pugno in faccia all'arbitro, maxi squalifica di 2 anni al portiere Guerino De Rosa, della società Valle di Maddaloni, formazione militante nel campionato di Seconda categoria. Nello scorso weekend infatti a 10 minuti dalla fine della partita tra Virtus Gioiese e Valle di Maddaloni gli animi si sono irrimediabilmente surriscaldati a causa di… un calcio d’angolo.

La gara (conclusasi poi 3-1 per la Gioiese) stava quasi terminando, mancavano 9 minuti al triplice fischio dell’arbitro ma l’assegnazione di un calcio d’angolo da parte del direttore di gara alla Virtus Gioiese ha scatenato la rabbia del portiere Guerino De Rosa. Quest’ultimo, infatti, “si portava a pochi metri dal direttore di gara protestando con insistenza e contestando la decisione, strattonando lo stesso al petto e avvicinando il suo volto a quello dell’arbitro in segno di sfida”.

Risultato? Rosso diretto al portiere. Ma a seguito della notifica del provvedimento il calciatore De Rosa “colpiva il direttore di gara con un forte pugno allo zigomo destro, a questo punto l’arbitro avvertiva offuscamento della vista e forti giramenti di testa e quindi era costretto a sospendere momentaneamente la gara, attesi una decina di minuti il direttore di gara recuperava lo stato psicofisico per poter proseguire la gara e la portava a termine regolarmente”.

Nel referto ovviamente veniva riportato tutto questo e il Giudice sportivo ha optato per una squalifica emblematica: due anni di stop al calciatore che potrà quindi tornare sui campi solamente dal 15 febbraio 2021, precisamente 2 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugno in faccia all'arbitro, maxi squalifica di 2 anni

CasertaNews è in caricamento