Mercoledì, 19 Maggio 2021
Sport

La faida dei tifosi della Juventus: minacce anche ai gruppi casertani

Dopo l'arresto dei 12 capi ultrà, c'è aria di grande tensione nei supporters bianconeri

L'arresto dei 12 capi ultras della Juventus per estorsone nei confronti della società di Andrea Agnelli sembra aver riaccesso la faida tra i gruppi organizzati bianconeri.

I messaggi, neanche tanto cifrati, stanno circolando da qualche giorno sui social network e tramite le messaggerie istantanee e tirano in ballo anche alcuni gruppi casertani.

A lanciare la sfida è il gruppo dei True Boys, capeggiati da un napoletano che aveva già iniziato una battaglia interna per evitare cori contro la città di Napoli.

Ed ora, tramite un video, torna a lanciare la sfida, dichiarandosi pronto a tornare nel primo anello, sfidando anche i gruppi di tifosi bianconeri casertani, come quelli di Mondragone, dicendo di essere pronto ad affrontarli: "Anche se vi portate dietro gente di Marcianise e Casal di Principe". Il messaggio video si chiude tutt'altro che tranquilla: "Volete le tarantelle? e noi ve le diamo. A voi del primo anello poi vi insegnerò anche a parlare napoletano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La faida dei tifosi della Juventus: minacce anche ai gruppi casertani

CasertaNews è in caricamento