Sport

Un memorial per Pietro, il campione di boxe morto a 25 anni

Si terrà venerdì 23 luglio presso il campo sportivo nel rione Vanvitelli

Pietro Cremonese, il pugile di 25 anni morto in seguito ad un malore

Sono passati più di due anni dalla morte di Pietro Cremonese, il ragazzo di 25 anni che abitava nel rione Santa Rosalia a Caserta, deceduto a giugno del 2019 a causa di un malore che non gli ha dato scampo. Ma il suo ricordo è ancora vivo nei cuori di quanti hanno avuto modo di apprezzarlo per le suo doti umane e soprattutto sportive.

Pietro era una grande promessa della boxe casertana, patria di grandi pugili ammirati in tutto il mondo. Era soprannominato Alì per la sua somiglianza con il leggendario pugile statunitense ed era molto conosciuto in città per la carriera che stava portando avanti, prima di appendere i guantoni in seguito ad un incidente stradale.

Ed è per questo che, in suo ricordo, è stato organizzato il primo "Memorial Pietro Cremonese", che si terrà venerdì 23 luglio, alle ore 20, presso il campo sportivo nel rione Vanvitelli di Caserta. Un evento sportivo reso possibile grazie all'Asd Tifata Boxe "Prisco Perugino" con il patrocinio dell'amministrazione comunale di Caserta, della Federazione pugilistica italiana, della Regione Campania e del Coni.

All'incontro, che vedrà sul ring una rappresentanza dell'Italia contro la Transilvania (Romania), presenzieranno il campione mondiale professionista Antonio Perugino, il pluricampione italiano dilettante Giuseppe Perugino e la campionessa Sirine Charaabi, fresca dell'l'oro agli Europei di pugilato Under 22 di Roseto degli Abruzzi. L'ingresso sarà libero. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un memorial per Pietro, il campione di boxe morto a 25 anni

CasertaNews è in caricamento