menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Juvecaserta ha ospitato Milano al Palamaggiò

La Juvecaserta ha ospitato Milano al Palamaggiò

Harakiri Juvecaserta: avanti di 14, si fa recuperare e battere da Milano

I lombardi conquistano la vittoria dopo un tempo supplementare

La Juvecaserta getta al vento la vittoria contro Milano, non riuscendo a gestire 14 punti di vantaggio a metà gara e perdendo al termine di un tempo supplementare una partita dalle mille emozioni (72-84). Marco Giuri e Marco Cusin, recuperati in extremis dai rispettivi infortuni (mentre Allen è rimasto ancora ai box) hanno segnato l’inizio di gara, con un parziale di 10-0 che è sembrato segnare a lungo l’inerzia della gara, con Milano che, per tanti minuti, non è riuscita a trovare la quadratura del cerchio. La svolta, in casa lombarda, è arrivata ad inizio del terzo quarto, quando Caserta ha iniziato a sentire la ‘fatica’ di Giuri e Cusin (quest’ultimo gravato anche di tre falli): Milano è tornata punto a punto e la partita si è decisa, poi, in volata. I viaggianti, a 25 secondi dalla lunetta, hanno avuto anche la palla del sorpasso, ma un fallo in attacco ha regalato un viaggio dalla lunetta a Carlson che ha regalato il +2 ai bianconeri a 18 secondi dalla sirena (con un errore ai liberi). L’ultima azione di Milano è affidata alle mani di Negri che ha impattato a 3” dalla sirena. Coach Gentile ha chiamato time-out e la ‘preghiera’ è stata affidata alle mani di Giuri che non è riuscito a costruirsi il tiro pulito, spingendo la partita all’over-time. Ed è qui che Milano si porta per la prima volta in vantaggio grazie ai liberi di Sabatini ed all’entrata di Negri, mentre Caserta continua a sbagliare da 3 (sarà 3/23 alla fine). I bianconeri restano a secco di benzina, Sabatini porta i suoi sul +7 e congela il gioco. I padroni di casa non hanno più le energie per riaprire la partita e sono costretti a subire la seconda sconfitta consecutiva dopo quella di Ferrara. 

cusin juvecaserta schiacciata-2

L’avvio di gara è stato tutto bianconero che ha prodotto un parziale di 10-0 grazie ad una conclusione di Sousa, due di Giuri e ad un canestro più libero di Cusin. È stato Lynch ad interrompere solo parzialmente il monologo dei padroni di casa che hanno raggiunto la doppia cifra di vantaggio con Cusin (14-4). Ancora Lynch a concretizzare le azioni offensive di Milano, che, però, non è mai riuscita a scendere sotto gli 8 punti da recuperare con Caserta che, invece, ha avuto il +12 da Paci (20-8). Il primo parziale si è chiuso sul 24-14 con un canestro su rimbalzo d’attacco di Valentini. AL di là della precisione in attacco, è stata la difesa casertana a fare la differenza e tale è rimasta anche nel secondo periodo con i padroni di casa che in pratica hanno condotto per quasi tutti i 20’ con la doppia cifra di vantaggio, nonostante i 3 falli di Cusin pareggiati, poco dopo, da quelli di Lynch. Il parziale si è chiuso sul 44-33 con Caserta in pieno controllo della gara.

Il rientro in campo è stato caratterizzato da un 5-0 di parziale dell’Urania grazie ad un canestro di Piunti e ad una tripla di Sabatini. Quattro punti consecutivi di Carlson ed un canestro di Giuri hanno ridato ai padroni di casa la doppia cifra di vantaggio (50-40) prima di un altro parziale di Milano di 8-0 firmato in egual misura da Raivio e Sabatini. Carlson d Hassan hanno riportato Caserta a +6 prima del canestro di Raivio ha fissato il punteggio al 30’ sul 54-50. L’ultimo periodo vede la squadra di casa in difficoltà soprattutto fisica con perdita di intensità in difesa e lucidità in attacco. Ciononostante, il provvisorio pareggio di Negri(56-56) viene prontamente annullato da Carlson e Paci (61-56) . Milano,, però, adesso ci crede ed intensifica la sua aggressività difensiva, anche se non riesce a ribaltare il risultato con Paci che a 40” dalla conclusione dà a Caserta 4 punti di vantaggio (69-65).  Una tripla di Sabatini riporta gli ospiti a -1 ed il fallo sistematico dei meneghini porta Caserta a due rimesse consecutive prima di poter andare in lunetta con Carlson, che però realizza un solo tiro libero. Poi, il canestro di Negri che manda la gara ad un supplementare senza storia in cui gli unici protagonisti sono gli ospiti milanesi.

Sporting Club Juvecaserta – Urania Milano 72 – 84
(24-14, 44-33, 54-50, 70-70)

Sporting Club Juvecaserta: Carlson 18, Paci 14, Cusin 10, Giuri 9, Hassan 6, Turel 6, Sousa 5, Valentini 4, Bianchi, Allen ne, Del Vaglio ne, Mastroianni ne. Allenatore Gentile

Urania Milano: Sabatini 21, Raivio 20, Bianchi 12, Lynch 10, Negri 9, Montano 8, Benevelli 2, Piunti 2, Pagani ne, Giardini ne. Allenatore: Villa

Arbitri: Ursi di Livorno, Longobucco di Ciampino (RM) e Bonfante di Lonigo (VI).

Caserta: tiri da 2 24/48 (50%) da 3 3/23 (13%), liberi 15/19 (79%), rimbalzi 42 di cui 16 offensivi, assist 9

Milano: tiri da 2 24/42 (57%) da 3 7/29 (24%), liberi 15/16 (94%), rimbalzi 43 di cui 11 offensivi, assist 3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento