La Casertana ritrova il Pinto contro la Turris: recuperano 2 attaccanti. Le probabili formazioni

La vigilia funestata dalla morte di Romano Piccolo. Castaldo in panchina

Si torna al Pinto, ma la festa del ritorno a casa è colma di mestizia: nella mattinata di oggi si è diffusa la notizia della scomparsa di Romano Piccolo, un personaggio che non tutti dello staff e della squadra hanno avuto il piacere di conoscere, quindi tocca ai suoi colleghi della stampa - in assenza dei tifosi e dei tanti sostenitori dell’ex portiere rossoblù - far respirare all’impianto di Viale Medaglie d’Oro l’aria di tristezza che avvolge Caserta in queste ore.

Dopo il suo impegno fin da giovanissimi nelle file della Casertana degli anni 50, Romano aveva proseguito la sua esperienza di sportivo introducendo la pallacanestro a Caserta, sia maschile che soprattutto femminile diventando nel corso degli anni il faro di tanti giovani appassionati per poi raccontare da par suo la favola della Juve Caserta in Italia, in Europa e nel mondo. A personaggi come lui deve rivolgersi l’ispirazione degli addetti ai lavori del futuro se vogliamo che lo sport torni ad essere l’elemento qualificante di una società più solidale, più viva, più sincera. Nel suo ricordo dovranno scendere in campo i falchetti di oggi, chiamati ad affrontare l’impegno domenicale, come quello che dovrà essere la chiave di volta della presente stagione.

Arriva la Turris, con tantissimi ex, quella che qualcuno –esageratamente- ha definito un’autentica corazzata; di certo i corallini di Fabiano rappresentano la più piacevole sorpresa di questo inizio di campionato. Un cammino pressocché perfetto, scalfito solo dalla debacle interna di domenica scorsa contro la Paganese, salvo poi a riabilitarsi immediatamente, mercoledì andando a prendere un punto al Partenio-Lombardi, quando, sotto di due gol a 5’ dal termine, nessuno avrebbe scommesso un centesimo su un risultato positivo dei corallini. Gli 11 punti in classifica permettono alla Turris di stazionare ancora nei quartieri alti della graduatoria, anche in considerazione del recupero che Signorelli e compagni sono chiamati a disputare a Palermo. Una squadra costruita con sagacia, che trae ispirazione dai calciatori arrivati a Torre dopo le esperienze casertane. Su tutti capitan Rainone che ha lasciato al Pinto tantissimi bei ricordi, per proseguire con Tascone, inamovibile dall’11 iniziale in sei delle ultime sette partite disputate nella incompiuta scorsa stagione. E poi ancora Giannone, Romano, Lorenzini che forse non hanno saputo dare il meglio con la casacca rossoblù e che alla corte di Fabiano si stanno esprimendo al top. Da ultimo il 22enne senegalese Lame che a Caserta dovette improvvisamente fermarsi per un problema fisico ed ora cercherà la definitiva la definitiva consacrazione in maglia biancorossa. Ma la Turris, oltre che sugli ex falchetti può contare anche su altri atleti di garantito spessore a cominciare dal gruppo che, conquistata la promozione, ha indotto la dirigenza a puntare sull’usato sicuro.

Contro questa squadra, che nonostante tutto non è ai livelli delle precedenti formazioni affrontate, la Casertana dovrà giocare con sagacia e con il cuore. Non mancano gli stimoli da attribuire alla gara e, pur dovendo ‘impostare’ a partita, i falchetti sono chiamati a non allentare la tensione per cercare di portare a casa la prima vittoria di stagione. Guidi recupera alcuni calciatori di fondamentale importanza, come Cuppone e part time Castaldo; dovrà fare a meno di Hadziosmanovic, appiedato per due turni dal giudice sportivo e quasi sicuramente ricorrerà a Buschiazzo per sostituirlo e non cambiare il modulo ampiamente collaudato nelle prime giornate di campionato. Tornano tra i convocati Castaldo e Cavallini, ma è probabile che il bomber di Giugliano venga utilizzato a partita in corso e che il tridente che andrà in campo non ne faccia sentire la necessità di schierarlo. 

LE PROBABILI FORMAZIONI

CASERTANA (4-3-3): Dekic; Buschiazzo, Konate, Carillo, Setola; Izzillo, Bordin, Icardi; Pacilli, Cuppone, Fedato. All. Federico Guidi

TURRIS (4-3-2-1): Abagnale; Esempio, Rainone, Di Nunzio, Loreto; Franco, Signorelli, Tascone; Romano, Giannone; Persano. All. Francesco Fabiano

ARBITRO: Claudio Panettella di Gallarate (Fabio Pappagallo di Molfetta e Mauro Dell’Olio di Molfetta; IV ufficiale Gianluca Grasso di Ariano Irpino)

OTTAVA GIORNATA

LE GARE IN PROGRAMMA

Casertana - Turris                  ore 17,30

Catania - Vibonese        rinviata al 18 novembre           

Foggia - Bari                   ore 17,30     

Juve Stabia - Bisceglie          ore 15    

Monopoli - V. Francavilla            ore 20,30

Paganese - Teramo                    stasera ore 20,30

Palermo - Viterbese                  rinviata

Potenza - Cavese                     ore 17,30

Ternana – Catanzaro ore 15

LA CLASSIFICA

Ternana 15

Teramo 14

Avellino 14

Bari 14

Turris 11

Juve Stabia 10

Vibonese 9

Catanzaro 8

Monopoli 8

Bisceglie 7

Catania (-4) 6

Viterbese 6

Paganese 6

V. Francavilla 5

Potenza 5

Casertana 3

Foggia 3

Cavese 4

Palermo 1

Trapani escluso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato il dj Joseph Capriati: il padre arrestato per tentato omicidio

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Caserta in ansia per Joseph Capriati, il dj più famoso da Ibiza agli Usa

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento