Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Ricorso respinto, il Collegio di Garanzia del Coni boccia la Casertana

Ora c’è da mettere in ordine le idee e valutare come ripartire

Temuta e puntuale la scure si abbatte sulla Casertana: Covisoc, Consiglio Federale e Collegio di Garanzia, in rapida successione si sono espressi sulla Casertana, bocciata a tutti i livelli ed esclusa dal calcio professionistico. Poco fa l’organismo del Coni ha comunicato, tramite PEC, la propria decisione all’avvocato Mattia Grassani ed è rimasto riunito per stilare le motivazioni della decisione che sarà ressa pubblica nella mattinata di domani.

Erano sei le società che si erano appellate all’ultimo grado di giudizio della sfera sportiva e cinque di esse (Chievo, Casertana, Novara, Sambenedettese e Carpi) hanno visto sbattersi la porta in faccia; solo la Paganese è riuscita a convincere i giudici ed ha ottenuto la riabilitazione alla categoria di appartenenza. In teoria ora alle escluse è data facoltà di percorrere la giustizia ordinaria, attraverso Tar e infine il Consiglio di Stato, ma non è dato sapere se il presidente D’Agostino sia disposto a continuare la sua battaglia che diventa sempre più difficoltosa.

Ma qualsiasi decisione, a partire da domani, dovrà avere i caratteri di una strategia ben ponderata, a partire dal sindaco Marino che ora vedrà recapitarsi tra le mani il pallino del gioco. Sta a lui individuare, laddove ce ne fossero, gli interessati a fare calcio in città, ma anche nel caso di Serie D, il tempo risicato non gioca a favore di chi deve orchestrare le operazioni. Ora il passato (recente) della Casertana è stato scritto, bisogna scrivere il futuro (prossimo) e bisogna farlo con idee e progetti ben definiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorso respinto, il Collegio di Garanzia del Coni boccia la Casertana

CasertaNews è in caricamento