Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Juve Stabia o Catania: l'avversaria della Casertana ai play-off sarà decisa dai giudici

I siciliani sperano di vedere annullata la penalizzazione dal Collegio di Garanzia del Coni per sorpassare le Vespe in classifica

Castaldo è stato recuperato giusto in tempo per i play-off

Va in archivio la stagione regolare della Serie C con la disputa della 38^ giornata che ha riservato poche sorprese e che ha quasi definito la graduatoria finale del campionato. Una giornata ricca di gol (ben 30) che risulta la seconda più prolifica dopo l’8^ del 1 novembre quando le realizzazioni furono 38. Tra i 30 gol si registrano tre doppiette, due rigori ed un’autorete. Due gli espulsi (Garattoni della Juve Stabia e Loreto della Turris), col primo che sconterà la sua sanzione nel primo turno dei play off, mentre il secondo rinvia il forfait alla stagione successiva. C’erano pochi dubbi da dirimere nell’ultima giornata: i pareggi di Catanzaro ed Avellino fanno restare immutata la parità in classifica delle due squadre che aspiravano al secondo posto coi calabresi che la spuntano grazie ai risultati degli scontri diretti (0-1 in casa e 3-1 in trasferta); per lungo tempo la Juve Stabia ha toccato il brivido di aver raggiunto la clamorosa quarta posizione, ma alla fine la rimonta del Bari sul Bisceglie ha vanificato la vittoria al Liberati contro la neopromossa Ternana.

Alla fine le vespe ottengono il quinto posto che però potrebbe ancora essere messo in discussione: mercoledì il Collegio di Garanzia del Coni dovrà esprimersi sul ricorso del Catania avverso la penalizzazione comminata ad inizio campionato. Tra le stranezze del campionato va annoverato anche il rinvio del verdetto a dopo la chiusura della stagione regolare che pone una incognita anche sull’organizzazione della trasferta della Casertana. I falchetti avevano staccato il pass per la post season già mercoledì scorso ed attendevano solo di conoscere il nome del prossimo avversario.

I risultati di domenica promuovono la Juve Stabia, ma mercoledì l’organo giudicante del CONI potrebbe rimescolare il tutto, in caso di accoglimento del ricorso del Catania, scombussolando i piani rossoblù. Per ora Guidi sta preparando il match al meglio, in considerazione del fatto che le difficoltà dei due ostacoli sono pressocché analoghe dal momento che sia la Juve Stabia che il Catania sono entrambe formazioni ostiche da affrontare. Per il resto quasi tutto come previsto, con Teramo e soprattutto Palermo operano il sorpasso ai danni del Foggia ed i rosanero guadagnano il vantaggio di giocare la prima in casa e con la possibilità di contare su due risultati su tre. Il pareggio del Pinto consente alla Paganese di conservare, anzi migliorare il vantaggio sul Bisceglie per cui gli azzurrostellati disputeranno la gara di ritorno dei play out tra le mura amiche. Il 2 maggio sarà una data da ricordare per due giovani falchetti: il tecnico Guidi ha dato la possibilità, nei minuti di recupero della ripresa, a Giuseppe De Lucia e a Davide De Vivo, prodotti del vivaio rossoblù, di esordire tra i professionisti. Il primo, quasi sempre tra i convocati nel corso della stagione, aveva finora collezionato 29 panchine, il secondo è stato aggregato alla prima squadra in undici occasioni: pazientemente hanno atteso il loro turno, ccol premio finale arrivato in occasione dell’ultima giornata di campionato.

Ora si apre il secondo campionato 2020-21. Le 27 squadre ammesse ai play off si giocheranno da domenica prossima 9 maggio e fino al 13 giugno il torneo che promuoverà in Serie B la quarta squadra che si andrà ad aggiungere a Como, Perugia e Ternana. A parte qualche piccolo vantaggio, che lascia il tempo che trova, tutti partiranno con l’ambizione dell’impresa e la storia insegna che non sempre i valori espressi durante la stagione regolare rispecchieranno la classifica finale. Il cammino sarà lungo e tortuoso proprio come quelli che prevedono un traguardo ambito a cui le partecipanti guardano con malcelate ambizioni. La Casertana – costretta a giocare sempre lontano dal Pinto – cercherà di sfruttare nella contesa la sua intraprendenza, la sua spigliatezza e perché no la possibilità di non aver nulla da perdere. Già ci sono stati incontri in cui i falchetti hanno sovvertito pronostici quasi proibitivi alla vigilia, ma il valore più alto resta quello di una stagione travagliata e che i ragazzi di Guidi hanno saputo correggere sui binari giusti dopo un avvio a dir poco disastroso.

I BOMBER. Pur coi 30 gol realizzati sono pochi i bomber di prima fascia che sono andati a segno nell’ultima giornata e che hanno migliorato il loro score. Di essi il solo Antenucci ha messo la sua firma sulla partita che ha consentito al Bari di battere il Bisceglie e respingere l’assalto della Juve Stabia alla posizione che garantiva il passaggio al secondo turno dei play off. A vuoto l’estremo tentativo di sopravanzarsi a vicenda di Falletti e Partipilo, che pure in campo per 90’, non sono riusciti ad andare in gol contro la retroguardia stabiese e pertanto si dividono la posta che vale il titolo di capocannoniere. Alle loro spalle un’altra coppia, quella formata dal falchetto Cuppone, raggiunto proprio da Antenucci. Fermi tutti gli altri. Si portano alle soglie della doppia cifra Bombagi del Teramo e poco dietro D’Ursi del Bari. Le tre doppiette sono appannaggio di Valente del Palermo, Golfo del Catania e dell’altro ternano Raicevic. Le new entry della classifica cannonieri c’è il cavese Calderini, il palermitano Silipo e l’ex falchetto Beppe Carriero oggi in forza all’Avellino.

38^ GIORNATA – I RISULTATI

Bari – Bisceglie 2-1   

Casertana - Paganese  1-1             

Catanzaro - Monopoli  2-2                

Cavese - Avellino   1-1                 

Foggia - Catania      2-2               

Teramo - Viterbese     2-0            

Ternana - Juve Stabia  3-4         

Vibonese – Turris 1-1

V. Francavilla – Palermo 1-3    

riposa Potenza   

LA CLASSIFICA

Ternana  90

Catanzaro  68

Avellino 68

Bari  63

Juve Stabia  61

Catania (-2) 59

Palermo 53

Teramo  52

Foggia 51

Casertana 45

Monopoli 41

Viterbese 40

Potenza 39

V. Francavilla 38

Turris 39

Vibonese 36

Paganese  32

Bisceglie 30

Cavese 23

Trapani escluso

I MARCATORI

17 reti Partipilo (Ternana)

Falletti (Ternana, 5 rig.)

14 reti Cuppone (Casertana)

Antenucci (Bari, 2 rig)

13 reti Lucca (Palermo)

Cianci (Bari-Potenza, 3 rig)

Curcio (Foggia, 3 rig-)

12 reti Vantaggiato (Ternana, 1 rig.)

Marotta (Juve Stabia, 1 rig.)

11 reti Plescia (Vibonese, 1 rig)

Giannone (Turris, 1 rig)

COSI’ AI PLAY OFF

(domenica 9 maggio)

Juve Stabia – Casertana

Catania-Foggia

Palermo - Teramo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juve Stabia o Catania: l'avversaria della Casertana ai play-off sarà decisa dai giudici

CasertaNews è in caricamento