rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Calcio

Cambia la capolista ma la Casertana resta in scia. Mercoledì si torna subito in campo

I falchetti dopo aver tremato a Nardò ospitano il Gravina nel turno infrasettimanale

Passa agli annali la sesta giornata di campionato che fa registrare un nuovo sorpasso in vetta alla classifica. Il Francavilla perde la sua leadership nel match col Fasano e subisce il sorpasso da parte di Bitonto e Lavello. Nella media il numero di gol segnato, col turno che fa registrare una sola doppietta, quella di Pozzebon ai danni del Brindisi. Tornano a primeggiare le squadre viaggianti con quattro vittorie a fronte delle tre riportate dalle squadre che giocavano tra le mura amiche; un solo pareggio a reti bianche, nel derby tra Sorrento e Nocerina. Il gol di Gentile metteva il Francavilla in condizione di gestire il match col Fasano, ma prima della fine del primo tempo i pugliesi riportavano i lucani coi piedi per terra ed operavano il sorpasso. Negli stessi minuti il Bitonto aveva già ipotecato la vittoria a Nola e si lanciava verso la vetta della classifica; inseguito dal Lavello che superava il Bisceglie a domicilio. Inutile il gol di Lorusso nel cui destino è segnato il 92’: otto giorni prima aveva propiziato il pareggio del Nardò, ieri ha solo accorciato le distanze nella rincorsa al team di Dodo Sormani. Approfittano dello stop del Francavilla il Casarano (quarta vittoria in campionato) e la Casertana che affiancano la ex leader e si portano a -2 da quella attuale. La Nocerina non va oltre il pari nel derby a Sorrento ed ora deve affrontare i prossimi due turni, prima di ospitare la Casertana, con particolare attenzione se non vuol perdere ulteriore terreno nei confronti della testa della graduatoria. Il Gravina subisce il secondo stop interno, ad opera del Cerignola e vede la classifica diventare critica dopo le iniziali ambizioni di tenere il passo delle migliori; a sua volta il Cerignola si rialza grazie al secondo gol di Achik e torna al successo dopo i due pericolosi stop registrati nelle ultime due partite. Il Molfetta gioca bene il suo jolly nell’affrontare il sempre più derelitto Brindisi grazie alla doppietta del capocannoniere Pozzebon che chiude la pratica (3-1) con un calcio di rigore. I biancazzurri pugliesi (alla sesta sconfitta) sono i soli a non andare a punti nella zona bassa della classifica ed il pareggio del Rotonda (vinceva fi a 6’ dal termine) a San Giorgio a Cremano azzera il – 8 con cui i lucani erano partiti alla vigilia del campionato. Ora per Ferreira e compagni si schiudono nuovi orizzonti alla rincorsa delle squadre che precedono e mettono nel mirino il 14° posto per evitare anche i play out.

La Casertana trema ma porta a casa i 3 punti

La Casertana temeva la trasferta di Nardò ed ha tremato fino a 10’ dalla fine. La squadra ha intessuto buone trame di gioco, senza però riuscire a scardinare la difesa granata. Ancora una volta i falchetti non sono riusciti a segnare nel primo tempo, offrendo peraltro il solito svarione difensivo che ha permesso alla testa di Porcaro di battere Trapani su un invito a centro area arrivato su punizione. Privo di ben cinque calciatori di cui quattro da considerare tra i titolari fissi, Maiuri ancora una volta ha operato i cambi giusti per dare incisività alla sua squadra. Salito poi nel finale in cattedra Mohamed Mansour ha trovato con Favetta e Felleca gli spunti giusti per bucare la rete del Nardò. Il primo blitz esterno permette ai falchetti di non perdere il passo, anzi accorciare nei confronti della capolista. Ora al cammino rossoblù si prospetta un trittico di partite che dovrà finalmente chiarire quale ruolo possono recitare Rainone e compagni. Atteso che Maiuri possa recuperare in fretta qualche giocatore che possa dare più respiro alla manovra. Ora che anche il tabù della vittoria in trasferta è stato debellato, la Casertana è attesa da due match al Pinto e sfruttando al massimo il fattore campo può istallarsi stabilmente nei quartieri alti della classifica e perché no tacitare tutti gli avvoltoi che le aleggiano attorno e dichiarare apertamente le sue ambizioni.

Pozzebon è il bomber del girone H

I 24 gol messi a segno smuovono notevolmente la classifica dei marcatori. A cominciare dalla vetta dove la doppietta di Pozzebon permette al bomber del Molfetta di staccare Ferreira e lanciarsi in solitudine al comando della graduatoria. Il brasiliano della Rotonda è raggiunto da Santoro del Bitonto, mentre chi si appantana a quota 3 viene raggiunto da Gentile del Francavilla e Liurni del Lavello. Secondo centro per Favetta che con D’Angelo, Achik e Varela si lancia all’inseguimento dei fuggitivi.

Mercoledì si torna già in campo

Il tempo di disfare i bagagli e subito si torna in campo: mercoledì va di scena il secondo turno infrasettimanale del campionato. Bitonto - Fasano misurano il loro stato di forma nel derby del Città degli Ulivi, stadio di casa di entrambe: all’imbattibilità della capolista fanno riscontro i cinque risultati utili della squadra di Peppe Mosca; cercherà di approfittare del big match il Lavello che però è alle prese con il Casarano, per cui il nulla di fatto nei due match potrebbe spalancare le porte della vetta alla Casertana che ospita il Gravina. Partite più abbordabili per Cerignola (che ospita il Bisceglie) e la Nocerina alle prese col match interno col Nardò. Punti importanti per uscire dalla zona rossa si distribuiscono in Mariglianese-Nola, Rotonda-Sorrento e Virtus Matino-Altamura; infine il Brindisi cerca punti contro il San Giorgio per rompere il ghiaccio dopo le sei sconfitte nelle altrettante partite finora giocate.

La classifica cannonieri

6 reti Pozzebon (Molfetta, 1 rig.)

4 reti Santoro (Bitonto)

Ferreira (Rotonda)

3 reti Malcore (Nocerina)

De Marco (Francavilla)

Gentile (Francavilla)

Liurni (Lavello)

Talamo (Nocerina)

Il prossimo turno

(mercoledì 20 ottobre, ore 15)

Bitonto - Citta' di Fasano           

Brindisi - San Giorgio               

Casertana - Gravina                 

Cerignola - Bisceglie                

Francavilla - Molfetta                

Lavello - Casarano                   

Mariglianese - Nola                  

Nocerina - Nardo'                     

Rotonda - Sorrento                   

Virtus Matino - Altamura

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambia la capolista ma la Casertana resta in scia. Mercoledì si torna subito in campo

CasertaNews è in caricamento