menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100628063402_35DeRosa4

20100628063402_35DeRosa4

Motociclismo, Raffaele De Rosa chiude 24esimo in Olanda

Napoli - Il team Tech 3 lascia il leggendario tracciato di Assen in Olanda per raggiungere la Spagna, inparticolare la Catalunya, per disputare la gara del 4 luglio. Nella compagine francese se i sorrisisono di casa se si guarda ai piloti della...

Il team Tech 3 lascia il leggendario tracciato di Assen in Olanda per raggiungere la Spagna, inparticolare la Catalunya, per disputare la gara del 4 luglio. Nella compagine francese se i sorrisisono di casa se si guarda ai piloti della Motogp, nella Moto 2 la situazione diventa agrodolce.In particolare c'è l'italiano Raffaele De Rosa che, a dispetto dell'impegno profuso, ancora nonè riuscito ad agguantare dei punti mondiali. Il napoletano ha chiuso la battaglia olandese inventiquattresima posizione: "Mi aspettavo - racconta De Rosa - una gara migliore. Nel warm upil comportamento della moto era buono, e questo mi ha dato fiducia in previsione di quello chesarebbe accaduto allo spegnersi del semaforo verde. Una volta presi il via, però, si è manifestatoun problema di chattering, che non mi ha permesso di entrare in curva come avrei voluto. Nonsi tratta di dover essere più aggressivi in inserimento, perché appena forzo di più, l'anteriorediventa ballerino, con l'aumento del rischio di scivolata. A questo aggiungiamo anche la difficoltàin accelerazione di non poter sfruttare la trazione della gomma posteriore. Queste problematichemi hanno costretto ad un'altra gara difficile e deludente. Non voglio trovare giustificazioni, peròal momento è abbastanza difficoltoso trovare un buon ritmo". Come detto il motomondiale faràtappa in Spagna per la settima tappa in calendario: "Il tracciato - spiega Raffaele - si trova a duepassi da Montmelò, a pochi chilometri da Barcellona. Anche se l'andamento del manto stradale èondulato, mi piace perché dopo i lunghi rettilinei, ci sono curve ampie e veloci. Avremo a che farecon il rettilineo più lungo del mondiale, ma gareggiando tutti con lo stesso motore, le differenzetra una moto e l'altra saranno minime in termini di velocità. Mi aspetto di trovare la soluzione aiproblemi che affliggono la moto, in modo da poter dire la mia nel gruppo dei piloti che contano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento