Sport

Calcio a 5, Salvatore Laurenza svincolato: Preferirei tornare in Campania ma valuto qualsiasi offerta

Marcianise - "Fino all' ultimo ho sperato che si riuscisse ad evitare questo epilogo ma purtroppo non é andata così. Quando ho letto sulla Nuova la notizia mi é crollato il mondo addosso. Mi dispiace davvero tanto. E' stato uno dei giorni più...

075257_Salvatore-Laurenza

"Fino all' ultimo ho sperato che si riuscisse ad evitare questo epilogo ma purtroppo non é andata così. Quando ho letto sulla Nuova la notizia mi é crollato il mondo addosso. Mi dispiace davvero tanto. E' stato uno dei giorni più brutti della mia vita". La mancata iscrizione del Futsal Potenza alla Serie B nazionale di calcio a 5 ha lasciato sgomenti gli sportivi, lucani e non. Un pezzo pregiato dello sport lucano che si sgretola sotto gli occhi di tutti non può lasciare indifferenti. E se le parole arrivano da Marcianise, terra natale di Salvatore Laurenza, ormai adottato da Potenza, si capisce quanto possa far male l'addio al futsal che conta della città capoluogo. "Per me sono stati 4 anni veramente intensi - spiega Laurenza - con i compagni di squadra e alcuni dirigenti si é instaurato un rapporto indissolubile, che rimarrà per sempre. Mi dispiace soprattutto per loro che come me questa squadra la sentivano una cosa propria, attaccata alla pelle e che come me hanno fatto tanti sacrifici per andare avanti e per onorare i colori rossoblù. Quattro anni densi di emozioni". Il laterale rossoblù, che in questi anni di militanza è riuscito a coniugare esigenze lavorative e la passione per lo sport macinando chilometri e trascinando col suo entusiasmo il sodalizio lucano a grandi traguardi, ne ha di ricordi. Immense gioie e cocenti delusioni. "Sicuramente la vittoria del campionato di Serie B e la qualificazione per la Final Eight di A2 (suo il gol decisivo contro il Latina, ndr) sono emozioni che non dimenticherò mai e che mi fanno entrare per sempre nella storia di questa società. Ma io ricordo tutto con piacere, anche i momenti brutti, come l'infortunio o la retrocessione, perché mi hanno fatto crescere e capire che alcune persone mi hanno voluto veramente bene e trattato come se fossi uno di famiglia. E poi quest'anno c'é stata anche l'esperienza da allenatore-giocatore. É veramente un peccato che sia finita così. Ma forse è meglio fare un passo indietro oggi che brutte figure domani". E adesso cosa farà quest'anno Laurenza? "Sinceramente non so. Se il Potenza si fosse iscritto sarebbe stato la mia unica scelta possibile. Adesso mi guarderò un po' intorno e vedremo se arriverà qualche proposta interessante. Rimanere in Campania sarebbe meglio ma io sono imprevedibile. Intanto mi sento di fare un saluto affettuoso alla città di Potenza e a tutti tifosi che ci hanno sempre sostenuto in questi anni. Qui sono stato davvero bene".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, Salvatore Laurenza svincolato: Preferirei tornare in Campania ma valuto qualsiasi offerta

CasertaNews è in caricamento