Giovedì, 13 Maggio 2021
Sport

Radio Primarete Caserta, a 'Cestisticamente parlando' ospiti Sandro Santoro e Marco Atripaldi

Napoli - untata ricca di spunti quella di Cestisticamente parlando, il magazine di Radio Primarete Caserta (in onda ogni martedì dalle 19,35 alle 20,55 e in replica il giovedì alle 0.05 su www.radioprimarete.it, in studio Francesco Gazzillo...

untata ricca di spunti quella di Cestisticamente parlando, il magazine di Radio Primarete Caserta (in onda ogni martedì dalle 19,35 alle 20,55 e in replica il giovedì alle 0.05 su www.radioprimarete.it, in studio Francesco Gazzillo, Rosario Pascarella, Sante Roperto ed Eugenio Simioli), sono intervenuti Sandro Santoro e Marco Atripaldi.
Sulle strategie di mercato Santoro ha detto: "per una società con risorse limitate l'importante è... non dormire; i migliori affari si fanno di notte cogliendo le opportunità e cambiando le strategie, se necessario. Bisogna parlare chiaramente con agenti e giocatori, non nascondendo le difficoltà, e prendere giocatori motivati in grado di creare un gruppo. Abbiamo lavorato sottotraccia partendo da Mayo e inserendo Collins".

Su Lauwers: "la scelta di Dimitri nasce anche dalle necessità economiche (vive a Numana). Negli ultimi anni non ha mai fatto una preparazione fisica completa; è ritornato a farla questa estate e oggi si ripropone come uno specialita di qualità, impatto ed esperienza"Su Caserta, prossima avversaria della Sutor: "mi ha fatto una ottima impressione nelle prime uscite. E' una squadra costruita bene dall'amico Marco, con un coach buonissimo sotto il profilo umano e professionale...Hannah è un giocatore che in tanti abbiamo seguito in estate; giocatore di gran talento da gestire sotto il profilo caratteriale".
Atripaldi sulle voci di un interessamento di Caserta per Poeta: " ...è sotto contratto con Bologna e non se ne parla".Sulle voci di mercato della Pasta Reggia: "andremo nelle Marche senza cambiare nulla; ci guardiamo intorno non da oggi e se cambieremo sarà solo per migliorare. Non possiamo buttare via soldi a causa di problemi economici che vengono dal passato. Il 5+5 era inevitabile per ragioni economiche; nel 3+4+5 gli ultimi due visti sarebbero costati 20.000? quasi quanto uno degli otto giocatori che formano il nostro roster. Abbiamo costruito il roster ricercando maggiore qualità con meno soldi".Sul momento di Caserta: "sono preoccupato , ma non spaventato. Sono consapevole che cinque sconfitte consecutive sono pesanti. Per vincere c'è bisogno di sufficiente convinzione, fiducia e coesione...è anche una questione mentale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Radio Primarete Caserta, a 'Cestisticamente parlando' ospiti Sandro Santoro e Marco Atripaldi

CasertaNews è in caricamento