Sport

Giuseppe Palermo vince Coppa del mondo Wako 2013 categoria 75 Kg

Caserta - Nato a Napoli e cresciuto a Caserta, Giuseppe Palermo, classe '94, ha vinto la Coppa del mondo WAKO 2013 categoria -75 Kg al Bestfighter di Rimini che si è svolto il 31 maggio, 1 e 2 giugno. Che Palermo fosse destinato a vincere qualcosa...

065423_alex

Nato a Napoli e cresciuto a Caserta, Giuseppe Palermo, classe '94, ha vinto la Coppa del mondo WAKO 2013 categoria -75 Kg al Bestfighter di Rimini che si è svolto il 31 maggio, 1 e 2 giugno. Che Palermo fosse destinato a vincere qualcosa d'importante lo si era capito dalle due medaglie di bronzo vinte per due anni consecutivi ai campionati italiani assoluti 2012 e 2013, campione regionale e interregionale 2012 e 2013. Sono state gare davvero dure, tre match vinti ai punti. Dopo aver fermato gli stranieri alle eliminatorie la semifinale è stata una grande prova per Giuseppe Palermo che ha combattuto con un'atleta alto 190 cm rispetto ai suoi 180. Sotto in finale al primo round, ha recuperato e vinto per 2 verdetti a 1. E' tra i pochi atleti campani più titolati in ambito nazionale ed internazionale. Giuseppe Palermo appartiene all'associazione C.S.A.M. shootboxe. L'istruttore Alex Petrillo, cintura nera 1^ grado, istruttore 2^ grado e primatista nazionale italiana karate kimite cadetti e junior oltre che primatista finalista nazionale kick boxing senior, ha commentato così la vittoria del suo allievo: " E' stato il coronamento di 2 anni di lavoro, tempo in cui l'allievo si è avvicinato a questo sport. Sono piacevolmente emozionato - continua Petrillo - è stato il frutto di quello che ho trasmesso a Giuseppe; cattiveria agonistica e le qualità tecniche vengono subito dopo. Ogni cosa, fatta con passione e dedizione, porta a dei risultati". Un grande riconoscimento per Giuseppe Palermo che ha vissuto questa esperienza al massimo, condita anche da qualche episodio che l'atleta ha voluto ricordare: "Sono molto freddo e cerco di gestire al meglio l'adrenalina per dare il massimo nei combattimenti. Però - spiega Giuseppe Palermo - stavolta è stato diverso. Una serie di eventi accaduti il giorno prima del Bestfighter stavano per buttare all'aria tutti i sacrifici". Il sabato pomeriggio l'istruttore Alex Petrillo, assieme ad altri 2 amici erano partiti con Giuseppe Palermo. Giunti a Pescara l'automobile ha avuto un guasto. Nessun meccanico nella zona e l'orario ferreo dell'atleta che avrebbe dovuto fare il peso alle 20.30 ha buttato nello sconforto tutti loro. Ma è Luisa, la fidanzata dell'istruttore Alex Petrillo a raggiungerli da Roma con la propria automobile che li ha condotti a destinazione. Purtroppo però l'orario di arrivo è stato alle 3.30 di notte. Palermo ha combattuto con sole 3 ore di sonno. La voglia di ripagare il sacrificio dei ragazzi che lo stavano supportando era tanta "Una vittoria che dovevo portare a casa" tuona Giuseppe Palermo. "La tensione nasceva proprio dal non voler deludere ragazzi che si erano fatti km per me. Solo la passione muove certi meccanismi che non sono ripagati in denaro. Vincere - continua Palermo - è stata una liberazione. La partecipazione a questo torneo mi ha messo una serie di episodi contro ma la vittoria la dovevo a chi aveva superato con me tutte le difficoltà di quel viaggio". I ringraziamenti vanno al presidente dell'associazione sportiva C.S.A.M. shootboxe maestro Sergio Di Santo che opera nel beneventano e anche al maestro Stefano baldi.In foto da sinistra l'istruttore Alex Petrillo e Giuseppe Palermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuseppe Palermo vince Coppa del mondo Wako 2013 categoria 75 Kg

CasertaNews è in caricamento