menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
061939_rafa_nadal

061939_rafa_nadal

Tennis, Open Bnl: Rafa Nadal sogna il suo ottavo successo a Roma

(Roma) Il monte Capitolino, il cui nome costituisce l'etimologia della parola 'capitale' in quasi tutte le lingue del mondo, ha fatto da palcoscenico alla cerimonia di sorteggio della 71esima edizione degli Internazionali BNL d'Italia. La statua...

(Roma) Il monte Capitolino, il cui nome costituisce l'etimologia della parola 'capitale' in quasi tutte le lingue del mondo, ha fatto da palcoscenico alla cerimonia di sorteggio della 71esima edizione degli Internazionali BNL d'Italia.
La statua di Minerva, incastonata alla base del Campidoglio, ha fatto da mitica protettrice dell'intera procedura, sovrastando la platea di giornalisti, fotografi, appassionati, turisti e curiosi strappati ai vari matrimoni. A condurre le operazioni sono stati i supervisor Lars Graff per l'ATP e Laura Ceccarelli per la WTA, ma gli occhi di tutti erano sui quattro tennisti italiani, del presente e del passato: Nicola Pietrangeli e Lea Pericoli in veste di ambasciatori del nostro tennis, Filippo Volandri e Camila Giorgi per sperare di imbeccare un buon accoppiamento. Questi ultimi non se ne sono andati troppo contenti, e leggendo il loro tabellone si può capire perché.
Erano decisamente più sorridenti all'inizio: "E' una cosa splendida giocare a casa", ha detto una raggiante Camila, mentre Filippo non ha perso occasione per ricordare "Se Camila è alla sua prima apparizione nel main draw, io non ricordo nemmeno a quante sono arrivato". Sarà la quattordicesima, per la precisione.
Camila, Filippo e la piccola Gaia, otto anni e ospite d'eccezione della cerimonia, hanno dato un volto ai due tornei, maschile e femminile. Ne sono usciti due tabelloni dagli infiniti spunti.

Colui che tornerà a Roma da padrone, Rafael Nadal, dovrà guardarsi soprattutto dalla pressione e dai timori scaturiti da un avvio di stagione a singhiozzo. Il tabellone non sembra proporgli insidie che uno stato di forma accettabile non sia in grado di superare. Dopo il debutto contro uno tra Gilles Simon e Volandri, nessuno dei due al meglio, l'incontro più insidioso prima delle semifinali potrebbe essere costituito da un'eventuale sfida con Fernando Verdasco al terzo turno. Sembra proprio il connazionale mancino il più accreditato a creargli dei problemi prima delle fasi cruciali del torneo. L'Andy Murray visto annaspare a Madrid non sembra davvero in grado di impensierire il sette volte campione di questo torneo: testa di serie numero 7, lo scozzese affronterebbe Nadal nei quarti, a patto riesca a superare due turni insidiosi contro uno tra Feliciano Lopez e Marcel Granollers e un nome tra Marin Cilic e John Isner. Nella metà alta c'è anche Stanislas Wawrinka, numero 3 del tabellone, presidia l'altro quarto di tabellone. Prima dell'eventuale sfida a Nadal in semifinale, lo svizzero dovrebbe in teoria superare una piccola pattuglia di italiani che frequenta il suo spicchio di tabellone. Prima Paolo Lorenzi, a seguire uno tra Seppi e Cecchinato (Haas permettendo). E il potenziale quarto con uno tra Grigor Dimitrov e Tomas Berdych sarebbe uno degli incontri più attesi del torneo. La parte inferiore di tabellone è territorio presidiato da Novak Djokovic e Roger Federer. Entrambe sono dati in direzione Roma, ma la cautela (e la scaramanzia) non sono mai troppe dopo i forfait della scorsa settimana. Tommy Robredo è la testa di serie più vicina al serbo, ma è David Ferrer il primo ostacolo vero sulla sua strada, in un potenziale quarto di finale. Il numero 2 di Spagna potrebbe peraltro trovare qualche difficoltà al momento di affrontare, con buone probabilità, il vincente del primo turno più nobile del torneo: quello tra il neo Top 10 Kei Nishikori ed Ernests Gulbis, sempre a suo agio a Roma.
Roger Federer, se e quando Mirka acconsentirà ad essere lasciata in balia di quattro gemelli, troverà uno tra Robin Haase e Jeremy Chardy ad attenderlo al debutto. Fabio Fognini al terzo turno e uno tra Milos Raonic, Jo Wilfried Tsonga e Alexandr Dolgopolov (questi ultimi opposti in uno dei primi turni più interessanti del torneo) sono i teorici passi successivi verso un'altra sfida romana con Novak Djokovic - sarebbe la terza al Foro Italico.

Dopo lo spavento di venerdì, ora sarebbe una sorpresa se Serena Williams decidesse di non scendere in campo. La numero 1 del mondo e campionessa in carica, reduce dal forfait precauzionale a Madrid, potrebbe debuttare contro Andrea Petkovic per un incontro di primissimo piano. Il terzo turno le potrebbe proporre poi una gustosissima sfida alla nemica-amica Sloane Stephens. A dividere il quarto di Serena c'è di nuovo Petra Kvitova, che avrebbe dovuto affrontarla nei quarti anche a Madrid.
La metà alta di tabellone è sicuramente la più densa di contendenti al titolo. Su tutte Maria Sharapova, sulla terra rossa, il nome più importante subito dopo quello della numero 1 del mondo. Finalista nel 2013 e campionessa nel 2012, la russa è posizionata nella stessa metà di Serena e nello stesso quarto di Simona Halep, reduce dalla splendida settimana madrilena. Maria dovrà vedersela probabilmente anche con Ana Ivanovic.

Na Li, che in qualità di numero 2 del seeding capeggia la metà bassa del main draw, ha forse nella nostra Sara Errani l'avversaria più temibile prima delle semifinali. La incontrerebbe non prima dei quarti, Angelique Kerber permettendo. Jelena Jankovic e Agnieszka Radwanska, che presidiano l'altro quarto di tabellone, sono in rotta di collisione. Tra le poche in grado di metterle in difficoltà ci sono sicuramente Flavia Pennetta e Caroline Wozniacki, teste di serie rispettivamente avviate verso la serba e la polacca. Dopo il bye di primo turno, Aga dovrà però superare un debutto che quasi sicuramente la vedrà opposta a Eugenie Bouchard. Sarebbe senz'altro uno dei secondi turni più interessanti del torneo.
La divinità romana della guerra e della saggezza, entità che in qualche modo appartengono al tennis, ha osservato nascere gli Internazionali BNL d'Italia di questo 2014. Con la benedizione di Minerva, il torneo può cominciare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento