Venerdì, 18 Giugno 2021
Sport

Balotelli si racconta: La maglia azzurra per me e' qualcosa di speciale

(Coverciano) La Nazionale, l'intesa con El Shaarawy, l'eventuale ritorno di Totti in azzurro, la famiglia, il razzismo. Protagonista di una grande partita e di un gol stellare nell'amichevole contro il Brasile, Mario Balotelli affronta tutti gli...

(Coverciano) La Nazionale, l'intesa con El Shaarawy, l'eventuale ritorno di Totti in azzurro, la famiglia, il razzismo. Protagonista di una grande partita e di un gol stellare nell'amichevole contro il Brasile, Mario Balotelli affronta tutti gli argomenti con una nuova serenità, con la maturità che sta conquistando giorno dopo giorno e della quale parla con i giornalisti in attesa di tornare in campo martedì sera a Malta, dove l'Italia riprenderà il cammino delle qualificazioni a Brasile 2014.
Cominciamo con il gol segnato al Brasile: "Per me sono tutti uguali - sottolinea l'azzurro - a parte quelli che ho segnato alla Germania, non perché li ho fatti alla Germania, ma perché era una semifinale europea". E per Balotelli la nazionale ha una valenza importante: "E' qualcosa di speciale. Non voglio togliere nulla al club, è difficile far capire cosa rappresenta per me la maglia azzurra".
"Non sono mai stato montato - racconta ancora - ho fatto la mia vita, ma ora lavoro bene. Sono maturato perché sto crescendo, vado per i 23 anni, con le esperienze buone o cattive impari e cresci. Ho letto tanti giudizi positivi in questi giorni nei miei confronti, ringrazio tutti però la mia forza la conosco io e non ho bisogno di paragoni. Io tra i cinque migliori al mondo? Non mi reputo nè tra i più forti, nè tra i più scarsi. Io sono io, e cercherò di migliorare sempre di più".

Qualcosa è cambiata, Balotelli è convinto che tutto è legato all'Europeo: "Sto simpatico a qualcuno e non antipatico a tutti. Dopo l'Europeo penso che la mia popolarità sia diventata molto più forte, l'ho notato da come si comporta la gente normale per strada, quando fai l'allenamento. Prima solo i miei tifosi mi vedevano bene e oggi, anche grazie all'Italia, i tifosi di altre squadre tifano per me. La gente che mi ha voluto bene l'ho sempre avuta vicino, oltre la mia famiglia. Il mister conosce la mia famiglia e parte dei miei amici e sa che persone sono. Ho chiamato mio papà dopo la partita con il Brasile e mi ha detto 'hai sbagliato tanti gol, ma hai fatto un bel gol'. Mia madre si è divertita e ha fatto i complimenti a me e a tutta la squadra".Con El Shaarawy fa coppia nel Milan e in Nazionale. Balotelli ha parole di elogio per il compagno: "Siamo amici, stiamo quasi sempre insieme. Sono contento di aver trovato un amico e un compagno di squadra. Lo aiuterò sempre in tutto quello che farà, e penso che anche lui farà così con me".
Si parla anche di razzismo: "Mi dà fastidio, mi fa rabbia e mi dispiace. Purtroppo su questo argomento miglioriamo troppo poco. Sono d'accordo con Boateng, per uscire dal razzismo bisogna contribuire tutti, insieme".Infine l'argomento Totti e il suo eventuale ritorno in azzurro: "Magari, Totti è un fenomeno e campioni come lui sono sempre ben accetti in squadra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balotelli si racconta: La maglia azzurra per me e' qualcosa di speciale

CasertaNews è in caricamento