Sport

Milan-Lazio, Galliani: 'Stiamo facendo bene'

(Milano) "Quarantun punti in un girone, siamo ai nostri livelli da quando è arrivato Max. Abbiamo avuto i due mesi per ricostruire un palazzo, che ha ottime fondamenta. Stiamo facendo bene. Ho sentito il presidente, era felice, ha detto che tutti...

(Milano) "Quarantun punti in un girone, siamo ai nostri livelli da quando è arrivato Max. Abbiamo avuto i due mesi per ricostruire un palazzo, che ha ottime fondamenta. Stiamo facendo bene. Ho sentito il presidente, era felice, ha detto che tutti i giocatori hanno giocato bene, ma ha sottolineato la prestazione di De Sciglio, un giocatore di vent'anni, un giocatore super, stasera non ha sbagliato nulla. Noi giochiamo con ragazzi di vent'anni che sembrano veterani. Altri giocatori arriveranno l'anno prossimo. Poi soprattutto giochiamo bene al calcio, corriamo. C'è da essere soddisfatti. Abbiamo gestito brillantemente la partita. I primi tempi con la Juventus e con l'Inter sono stati trastoferici e forse avremmo meritato di più. Noi eravamo a meno due punti dalla Lazio ma ora con il doppio confronto siamo avanti noi. Se arrivassimo a pari punti, passiamo noi, quindi questa sfida vale quattro punti. E' inutile guardare il Napoli, non serve a niente, bisogna solo vincere le partite e poi guardare cosa fanno gli altri. Io parlo solo di Pazzini, siamo molto soddisfatti, quando ho preso Balotelli ho chiesto il suo parere perché gli avevo promesso che non avremmo preso un altro centravanti, ma lui è un ragazzo intelligente e ha capito. Mario è voluto stare in ritiro anche ieri sera così si è curato e si è curato questa mattina poi con regolare permesso ha raggiunto la mamma e ha visto la partita con i suoi familiari ed esultato con loro. Perché quando un giocatore si deve curare è meglio che stia a casa che venire a vedere la partita allo stadio. Io ho massacrato allenatore e giocatori tutta la settimana chiedendo di fare almeno due gol.Quando giochiamo la domenica sera, chi viene da lontano non viene perché poi il lunedì si lavora. Il sabato è più facile che la gente venga allo stadio. E' stata la terza partita con più spettatori dopo le due tradizionali con Juve e Inter. Adesso pensiamo al Genoa, non a Napoli e Barcellona. Noi non pensiamo a niente. L'anno prossimo ci sarà la Champions League dei giovani, vogliamo esserci. Pensiamo al Genoa, nessuna è decisiva ma sono tutti i mattoncini che servono ad arrivare in Champions League. L'ho detto ai ragazzi che devono centrare l'obiettivo terzo posto perché è importante fare parte della Champions League organizzata dalla Uefa che per le 32 squadre che si qualificano per i preliminari dà l'accesso anche alla Primavera. Domani Cristante festeggia i 18 anni e lunedì verrà in sede a firmare il contratto quinquennale. Cristante ha le stigmate del campione. Dall'anno prossimo sarà anche lui in rampa di lancio. Forza Milan, per sei giorni siamo terzi in classifica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan-Lazio, Galliani: 'Stiamo facendo bene'

CasertaNews è in caricamento