rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
social

Superbonus 110%, pressing per 'salvarlo'. Cala l'aiuto sull'acquisto dei mobili

Nel decreto milleproroghe in fase di esame da parte del consiglio dei ministri, si prevede l'introduzione di una norma anti-elusiva che complicherebbe l'accesso al bonus del 75% per la rimozione delle barriere architettoniche negli edifici

In attesa di una decisione sulla possibile riapertura, almeno parziale, del recinto del Superbonus, un nuovo ostacolo si prospetta sugli incentivi legati all'edilizia. Nel decreto milleproroghe in fase di esame da parte del consiglio dei ministri, si prevede l'introduzione di una norma anti-elusiva che complicherebbe l'accesso al bonus del 75% per la rimozione delle barriere architettoniche negli edifici.

Riduzione del Bonus del 50% per l'Acquisto di Mobili

Nel contesto della manovra di bilancio in fase di esame in Commissione Bilancio alla Camera, si è introdotta una stretta anche sul bonus del 50% per l'acquisto di mobili durante la ristrutturazione di una casa. Il massimale di spesa detraibile dalle tasse è stato ridotto da 8.000 euro a 5.000 euro, rappresentando un ulteriore restringimento rispetto all'anno precedente.

Il Futuro Incerto del Superbonus

Il passaggio dal Superbonus 110% al 70% rappresenta la sfida più importante e delicata. Mentre il 110% scadrà definitivamente tra meno di una settimana, dal primo gennaio dell'anno successivo l'incentivo per le ristrutturazioni legate all'efficientamento energetico si ridurrà al 70%. Nel consiglio dei ministri in programma, si discuterà su come gestire questo passaggio in modo ordinato.

Proposte per il Futuro del Superbonus

Diverse proposte sono sul tavolo, tra cui quella di Fratelli d'Italia, elaborata da Guido Quirino Liris. La proposta prevede la possibilità di chiudere tutti i lavori effettuati nel 2023 con uno stato di avanzamento lavori (Sal) straordinario entro il 31 dicembre, con la facoltà di caricare le fatture sulla piattaforma dell'Agenzia delle Entrate fino al 12 gennaio.

Rischi di Accertamenti Fiscali e Norme Anti-Contenzioso

Il milleproroghe dovrebbe affrontare anche rischi di accertamenti fiscali per i condomini che non hanno completato i lavori entro il termine e non hanno ottenuto il salto di due classi energetiche richiesto dal Superbonus. Si prevede una sorta di "sanatoria" per evitare restituzioni di sgravi fiscali. Inoltre, si propone una norma "anti-contenzioso" per evitare dispute tra condomini e imprese.

Altri Sviluppi e Proposte

Il consiglio dei ministri discuterà anche di un corposo pacchetto fiscale, compreso il decreto per l'attuazione del primo modulo della riforma dell'Irpef con la riduzione degli scaglioni da 4 a 3. L'approvazione di altri tre decreti delegati, tra cui quelli sul contenzioso e sull'adempimento collaborativo, è in sospeso, insieme al decreto sullo Statuto del contribuente che sarà esaminato preliminarmente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbonus 110%, pressing per 'salvarlo'. Cala l'aiuto sull'acquisto dei mobili

CasertaNews è in caricamento